mercoledì 6 settembre 2017

Tiburtino III, CasaPound guida l'occupazione del Consiglio municipale

Una nutrita rappresentanza di cittadini del quartiere romano di Tiburtino III, guidata da Mauro Antonini, responsabile politico di CasaPound Italia per il Lazio, è riuscita a entrare e a bloccare i lavori del consiglio del IV municipio.
"Dopo averci impedito l'ingresso in un primo momento, i consiglieri hanno dovuto per forza di cose aprire le porte dell'aula e consentirci di entrare in un luogo pubblico e aperto ai cittadini", dichiara Antonini, che sottolinea: "È assurdo che anche oggi, nella prima seduta dopo 35 giorni di vacanza, il presidente Roberta Della Casa fosse assente. Tanto più dopo i fatti dei giorni scorsi e dopo aver difeso a spada tratta gli immigrati, confermando ancora una volta quanto anti-italiane e filo-immigrazioniste siano le politiche del Movimento 5 stelle".
"Oggi in Aula - prosegue Antonini - si sarebbe dovuto parlare di cose di poco interesse per i cittadini, quando Tiburtino III è arrivato agli onori delle cronache nazionali in virtù delle disastrose conseguenze di un'integrazione forzata che ha provocato scontri e contrasti con i cittadini. Dopo il degrado della zona intorno al presidio della Croce Rossa e dopo il 'fuggi fuggi' dei residenti verso altri quartieri, è necessario chiudere il centro. Le istituzioni - conclude Antonini - devono convocare immediatamente un consiglio straordinario a Tiburtino III, per dare risposte certe alla cittadinanza sulla chiusura di un centro di accoglienza illegale".

0 commenti:

Posta un commento