mercoledì 6 settembre 2017

CATEGORIA:

Trasferimento rom a Miano: rissa in municipalità tra il consigliere regionale Passariello ed il presidente Moschetti


(G.p)Tensione durante il consiglio monotematico della VII Municipalità, convocato nella sede di Secodigliano per la vicenda dei 300 rom destinati alla caserma Boscariello di Miano.
Dopo che il consiglio municipale aveva votato, con il voto favorevole di tutte le forze politiche, un documento da presentare in Prefettura, con il quale la municipalità invitava il sindaco a rivalutare l'idea di insediare i 300 rom nella Caserma Boscariello all'improvviso sono giunti in sala alcuni esponenti di Fratelli d'Italia, guidati dal consigliere regionale Luciano Passariello, che avrebbe voluto intervenire sulla questione.
Il presidente Moschetti viceversa, ha chiuso la seduta, per dirigersi in Prefettura per portare il documento. A quel punto il consigliere regionale, offeso per il trattamento subito, ha pensato bene di insultare il presidente.
Questa giornata di tensione nel consiglio della settima municipalità ci viene raccontata, con maggiori dettagli, da Michele un nostro attento lettore.
Cari Ugo Maria Tassinari, Giuseppe Parente,

Questa mattina, durante il consiglio della settima municipalità con oggetto l'insediamento rom presso la caserma di Miano, si sono susseguiti avvenimenti spiacevoli. In seguito alle forti proteste dei cittadini contro le scellerate decisioni dell'amministrazione centrale, si è giunti ad una sorta di accordo tra tutte le parti politiche e i cittadini: è stato votato un documento da presentare in prefettura, con il quale la municipalità invitava il sindaco a rivalutare l'idea di inserire i rom nella caserma Boscariello, in quanto per quella struttura erano stati fatti altri progetti (a breve sarebbero dovuti iniziare i lavori per la costruzione di una cittadella dello sport).
Durante la votazione, sono giunti in sala alcuni rappresentanti di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale i quali, precedentemente stavano manifestando davanti alla caserma in questione. In seguito alla votazione, il presidente Moschetti ha velocemente chiuso la seduta, per dirigersi a portare in prefettura il documento passato all'UNANIMITÀ, senza rispettare, per fretta, la consuetudine di far intervenire le cariche istituzionali presenti in aula.
È stato a quel punto che l'onorevole Passariello, offeso per il trattamento subito, si è avvicinato ai banchi della giunta, insultando il presidente.
Assistendo a quella scenata assurda, il consigliere Scala ha deciso di intervenire, alzando un po' i toni, ma restando sempre al suo posto. A quel punto alcuni giovani che accompagnavano Passariello hanno ben pensato di aggredire fisicamente il consigliere Scala e alcuni suoi colleghi.
Si è concluso tutto solo grazie all'immediato intervento delle forze dell'ordine e di alcuni cittadini.
È assurdo che un consiglio municipale conclusosi con unità istituzionale - per il bene dei cittadini - abbia poi dovuto prendere questa piega VERGOGNOSA a causa di taluni politici, che pur essendo lontani mille miglia dai problemi che affliggono la municipalità, cercando di avere grazie ad essa un pò di visibilità mediatica.
Ho assistito ad una inqualificabile rissa, in un'aula di una assemblea elettiva. Scena che non dovrebbero verificarsi mai in un paese che si proclama civile e progredito.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.