sabato 30 settembre 2017

Forza Nuova boicotta la sagra di paese: «È anti-italiana!»

(G.p)La festa della castagna che si svolge a Giavera, comune di poco più di 5 mila abitanti della provincia di Treviso privilegia lo straniero. Infatti il ricavato della pesca di beneficenza sarà utilizzato per una casa di accoglienza per i profughi.
Tanto basta ai militanti di Forza Nuova per annunciare il boicottaggio dell'evento, le cui ragioni ci sono spiegate, con maggiori dettagli, da un comunicato, diffuso alla stampa, che pubblichiamo per intero.


La sagra di Giavera, quest’anno, presenta una novità: il ricavato della pesca di beneficenza sarà destinato al pagamento di una casa adibita all’accoglienza di profughi.
Tutto il ricavato della sagra, che avrà inizio domani, in collaborazione con la parrocchia, andrà al gruppo “Migrando” impegnato nell’iniziativa “casa accogliente”.
La carità cristiana, ancora una volta, si dimostra a senso unico.
“ La beneficenza non dovrebbe avere colore, - asserisce Andrea Visentin, coordinatore di Forza Nuova Veneto- in questo caso invece si privilegia lo straniero senza rivolgere sguardo a quante più famiglie italiane necessiterebbero anche di un solo pacco di pasta.”
“Il parroco del paese ed i coniugi Colombo, non nuovi a discriminazioni di questo tipo, sono invitati ad aprire le loro smanie caritatevoli anche e soprattutto agli italiani indigenti.” continua Visentin.
“Come accaduto a Pistoia con Don Biancalani, Forza Nuova vigilerà sulla gestione del ricavato augurandosi un aiuto rivolto a chi si presume debba meritarlo per diritto di sangue, i nostri connazionali








0 commenti:

Posta un commento