domenica 6 agosto 2017

Epurato dalla Cgil per un libro fascista


(G.p)Il collega Antonio Rapisarda dalle colonne de Il Tempo, storico quotidiano romano intervista Norberto Gallo, docente di Storia e Filosofia, blogger, conduttore radiofonico da pochi giorni eletto segretario generale della Flc Cgil scuola di Napoli, espulso dal sindacato senza appello per aver accettato e promosso il dialogo con due esponenti della destra radicale: Stefano Delle Chiaie, leader di Avanguardia Nazionale e l'editore Franco Freda.
Intervista che riportiamo per intero.


Purga stalinista pro domo governo, mascherata da mancato antifascismo. E' la storia di Norberto Gallo, professore e giornalista da qualche giorno ex segretario generale della Flc Cgil scuola di Napoli, espulso senza appello per aver accettato e promosso il dialogo con due esponenti storici della destra radicale: Stefano Delle Chiaie e Franco Freda.
Andiamo con ordine. Che ci fa un fiancheggiatore nero nella Cgil?
Potrebbero esserci diverse definizioni per me! sono un po' più sfortunato: mi incaponisco nel tentativo di rivendicare la libertà di pensiero e la necessità di costruzione di strumenti di difesa per i lavoratori, ad esempio col sindacato, e più scopro che le cose si complicano nella vita. Sarà una tappa karmica.

Il tutto inizia con la sua elezione il 19 luglio scorso.
Dopo un lungo e aspro contrasto con una parte del sindacato di cui facevo parte, la Cgil, nello specifico la categoria della scuola e della ricerca, sono stato eletto segretario generale a Napoli. IL 28 luglio, appena 9 giorni dopo la segreteria generale decreta la mia espulsione perché sarei, sostanzialmente, un fiancheggiatore dell'eversione nera. Nello specifico di una organizzazione che si chiama Avanguardia Nazionale che però, come viene specificato nel dispositivo, nel quale vengo espulso, è stata sciolta nel 1976.
Ha fiancheggiato intervenendo a un dibattito?
Il mio nome come giornalista è comparso nella locandina che annunciava gli ospiti della presentazione di un volume su Avanguardia Nazionale di Delle Chiaie alla quale sarebbe stato presente l'autore. Sulla base di questo volantino è stata aperta un istruttoria e in 9 giorni sono stato cacciato. Tutto questo senza processo ma solo con la comunicazione della segreteria che aveva individuato il volantino e aveva saputo che, addirittura avevo intervistato l'editore Franco Freda sulla vittoria di Trump.

Sulla base di questi 2 episodi sono stato additato come fiancheggiatore. Nel dispositivo c'è scritto che la segnalazione riguardante questi miei "terribili" misfatti arriva il 20 luglio, cioè 24 ore dopo la mia elezione a segretario generale di Napoli. I fatti erano accaduti mesi fa invece.
E adesso?
C'è un problema di fondo. Avanguardia nazionale è stata sciolta con la legge Scelba nel 1976. Io faccio l'insegnante di storia e di filosofia, ci tengo a sapere se sono davvero un eversore. Visto che il sindacato ne è cosi convinto tanto da espellermi ricorrerò in Tribunale, perché voglio sapere se è vero. Detto questo c'è da dire che anche la Cgil mi sembra confusa perché in un loro comunicato mi hanno mandato a dire che non è in dubbio la mia fede politica di sinistra né la mia libertà nella professione di giornalista.
Insomma con la tessera della Cgil non si può intervistare Freda, non si va ai convegni con i leader dell'estrema destra che fu.
Penso che la questione sia un'altra.
Si spieghi?Una procedura del genere, ingiustificabile con la somma urgenza, è riconducibile a due possibilità: la prima, della quale io non sono a conoscenza, è che io davvero sia un eversore nero. Qui capirei l'urgenza di buttarmi fuori e la cosa mi darebbe anche qualche problema rispetto la mia identità personale. L'altra invece è che Napoli, che si è contraddistinta per l'opposizione alla "buona scuola" di Renzi, non sia più funzionale all'improvviso cambiamento di linea della Cgil scuola
Tutta una messinscena allora?
Siamo passati da una netta opposizione ad avere invece con il governo Gentiloni, un ministro d'area, la Fedeli, e delle prese di posizione della confederazione diverse da quelle che noi avevamo sostenuto fino a 6 mesi prima. Una per tutte l'alternanza scuola-lavoro. Ci sono dei documenti della Cgil che dicono che chi si pone contro è un conservatore: ora conservatore sarebbe il militante della Flc Cgil che fino a quel momento ha raccolto firme per l'abolizione di quel pezzo di riforma.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.