venerdì 30 giugno 2017

Festa del Sole dell'ultradestra: il Comune di Cassano Magnago la vieta

(G.p)Il comune di Cassano Magnago, in provincia di Varese, ha appreso dal quotidiano nazionale La Repubblica che la richiesta dell'area per organizzare la festa del sole era stata fatta da un militante del gruppo Lealtà Azione ed ha vietato l'utilizzo dell'area per l'evento privato, come ci racconta il collega Paolo Berizzi in un articolo pubblicato dal quotidiano diretto da Mauro Calabresi. Resta da comprendere se e dove si svolgerà la festa.



E intanto diventa un caso la Festa del Sole, l'evento organizzato dai neonazisti di Lealtà Azione. Repubblica ha appreso che il luogo dell'evento - tenuto ancora nascosto dagli organizzatori - sarebbe Cassano Magnago, nel varesotto. La richiesta al Comune per l'utilizzo dell'area delle ex Fornaci, in via Monte Grappa, è stata presentata da Simone Simonetti, 29 anni, militante di Lealtà Azione, già condannato a 6 mesi di carcere insieme ad altri due naziskin (Norberto Scordo e Davide Cancelli) per il pestaggio di alcuni appartenenti del centro sociale Leoncavallo, il 19 luglio 2008.
La richiesta dell'area era per un "evento privato": ma in Comune a Cassano Magnago evidentemente ignoravano chi fosse Simonetti. E anche quale fosse esattamente l'evento privato in questione. O forse la cosa è sfuggita di mano. Dopo la nostra denuncia, in mattinata il Pd di Cassano - su segnalazione di Gennaro Gatto dell'Osservatorio sulle nuove destre - si è attivato chiedendo al sindaco Nicola Poliseno (Forza Italia, appena rieletto) di revocare la concessione dell'area ai neonazisti di Lealtà Azione. Il primo cittadino si è impegnato in tal senso.
Dopo il veto annunciato dal Comune resta ora da capire se e dove si svolgerà la Festa del Sole. Da notare: il militante di LA che aveva chiesto l'area sul suo profilo Fb oltre a svastiche e simboli runici posta fotografie che lo ritraggono in compagnia di Cancelli (condannato con lui per il pestaggio del 2008) e del suo cane lupo. Per una curiosa coincidenza i militanti di LA tra loro si chiamano "lupi" (il lupo è anche uno dei loro simboli).

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.