mercoledì 15 marzo 2017

Legittima difesa il 25 aprile la Lega in piazza a Verona.La protesta del Pd

(G.p)Legittima difesa, sempre e comunque. Vi aspetto il 25 aprile a Verona dovremmo essere moltissimi. Matteo Salvini, da Radio Padania, lancia la parola d'ordine della manifestazione annunciato per il giorno della Liberazione, in piena campagna elettorale.
 Una decisione maturata dopo i fatti di Casaletto Lodigiano, dove Mario Cattaneo ha ucciso, colpendolo alle spalle, con il suo fucile da caccia un uomo di 33 anni che si era introdotto di notte nel suo locale per rubare sigarette. Il titolare dell’osteria, indagato per omicidio volontario, sarà interrogato di nuovo domani a Lodi. Sin dall’inizio il procuratore Domenico Chiaro ha rilevato «contraddizioni» nel suo racconto. «Siamo alla follia, dobbiamo raddrizzarlo questo Paese, a partire dai tribunali» ha esclamato Salvini.
La convocazione dell’adunata leghista a Verona, il giorno della festa della Liberazione non poteva non scatenare polemiche politiche sostenute per lo più da diversi esponenti del Partito Democratico.
 "Incitare la piazza facendo leva sulle paure e sullo scontento è violenza politica", tuona Walter Verini, capogruppo Pd in commissione Giustizia alla Camera. "Sarebbe bene non 'sporcare' il giorno in cui viene celebrata la Liberazione, in nome della quale - ricorda l'esponente dem - il Paese si è unito ed è cresciuto. Il giorno della Liberazione non è roba per le volgarità leghiste""Salvini non sa quello che dice - fa eco la senatrice piddì Laura Puppato passando agli insulti - ha pronunciato, da ignorante, parole ignobili". E ancora: "Il leader del Carroccio conosce la Festa della Liberazione? Ha mai partecipato? Credo di no, altrimenti non avrebbe indetto una manifestazione a favore della violenza proprio il 25 aprile".










0 commenti:

Posta un commento