giovedì 16 marzo 2017

La sfida degli antagonisti partenopei a Salvini: il 22 aprile tutti a Pontida


(G.p)La promessa del felpato Matteo Salvini, leader della Lega Nord per l'indipendenza della Padania ed aspirante candidato premier in caso di ipotetiche primarie della coalizione di centro destra  di ritornare a Napoli per diverse iniziative politico culturali non potevano non scatenare reazioni politiche da parte degli antagonisti dei centri sociali, pronti ad andare a trovarlo fino a casa sua.
Infatti il 22 aprile gli antagonisti partenopei insieme ad altre realtà anti razziste ed anti leghiste saranno a Pontida per una grande manifestazione popolare.
Ad annunciarlo, in pompa magna, è Raniero Madonna, attivista dei centri sociali napoletani e della rete Mai con Salvini che ha organizzato il corteo che si è svolto sabato scorso in occasione della manifestazione di Noi con Salvini culminata con il comizio di Matteo Salvini.
I terroni del sud, precisa Madonna, andranno a trovare i vari Borghezio, Bossi e Salvini nel loro quartier generale.
Credo sia il caso, continua l'antagonista, di connettere l'esperienza napoletana a quella delle altri comunità indipendenti che provano a costruire un mondo diverso dal loro fatto di odio e di conflitto.
La manifestazione delle realtà antagonista del 22 aprile, a Pontida, in provincia di Bergamo, sarà una grande festa di orgoglio popolare. D'altronde se Salvini afferma di amare i napoletani ed i terroni non vedo continua Madonna, perchè non dovrebbe accoglierci a casa sua.
L'antagonista non è tenero con l'europarlamentare Borghiezio e dichiara: " la sua Padania bianca e cristiana sarà invasa da una merdaccia levantina e meridionale".

0 commenti:

Posta un commento