mercoledì 8 marzo 2017

CATEGORIA:

Salvini al Mattino: la polizia allontana contestatori e giornalisti

Forte tensione stamattina, davanti alla sede del quotidiano napoletano per la protesta degli insorgenti contro il forum in programma con Matteo Salvini, in vista della manifestazione leghista di sabato 11. I poliziotti della Digos hanno trascinato via i dimostranti (in tutto, una decina) che hanno intonato cori contro Salvini. Gli attivisti di Insurgencia hanno effettuato una diretta Facebook. Un giornalista free-lance è stato identificato, secondo la Questura, dopo avere piu volte tentato di superare il cordone di sicurezza composto da poliziotti e carabinieri. Duccio Giordano stava riprendendo la protesta con il telefonino quando è stato prelevato dagli agenti e identificato. Il cronista riferisce anche di essere stato colpito con un manganello sulla mano: «Voglio sporgere denuncia - ha riferito ai colleghi - stavo facendo riprese e non stavo protestando, mi sono qualificato come giornalista senza essere ascoltato». Maltrattata dalle forze dell' ordine anche la giornalista Lucilla Parlato, direttrice di Identità insorgenti e promotrice della contromanifestazione di sabato, prima firmararia dell'appello contro la presenza di Salvini in citta': "Non un solo giornalista del Mappino - ha scritto - a solidarizzare con i manifestanti che contestavano il forum con Salvini. Ragion per cui ai vari cazzari di via Chiatamone che danno suggerimenti su come gestire il corteo e affini finto contrastatori del razzista antimeridionale, solo una manciata di parole: NOI LEZIONI DAI GIORNALISTI DEL MAPPINO NON NE ACCETTIAMO. Nè oggi nè mai. "Comunque - ha scritto sulla sua pagina facebook - urlando con la mia vocetta incazzosa, mi sono difesa contro un vicequestore assai noto per i suoi metodi repressivi e il suo collega che mi hanno messo le mani addosso, come si vede nella diretta di stamane, sotto al Mappino, dove c'era Salvini. Ovviamente la polizia non mi ha fatto passare dove erano a fare riprese gli altri colleghi, nonostante avessi dichiarato che sono una giornalista e volessi mostrare loro il tesserino. Dove sta il presidente dell'Ordine dei giornalisti che ha minacciato sanzioni a mio carico per una battuta su un'intoccabile di Repubblica? AAA Cercasi. E ancora buon otto marzo a tutte... :".

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.