lunedì 20 marzo 2017

Casa Pound, Al via In 100 Città La Raccolta Firme Per Il Reddito Nazionale Di Natalità

(G.p)Fermare la sostituzione del popolo italiano, incentivare con tutti i mezzi possibili la nascita di bambini italiani sconfessando di fatto le teorie tanto care alla Boldrini che prevedono l'arrivo di nuovi immigrati come l'unica possibile soluzione per la denatalità che colpisce l'Italia. Con questo spirito, nell'ultimo fine settimana, caratterizzato domenica dalla festa del papà, in oltre 100 città d'Italia, da Bolzano a Palermo è partita la campagna di Casa Pound Italia per il Reddito Nazionale di Natalità, una proposta di legge di iniziativa popolare che prevede che i bambini nati da genitori italiani ricevano 500 euro al mese fino al compimento dei 16 anni.
La proposta di legge d'iniziativa popolare per il Reddito nazionale di Natalità ci viene spiegata da una nota, diffusa alla stampa, che pubblichiamo per intero.


Questo fine settimana in occasione della festa del papà, in oltre 100 città, parte la campagna di CasaPound Italia per il Reddito Nazionale di Natalità. Migliaia di banchetti dove mettere la firma per la proposta di legge di iniziativa popolare prevede che i bambini nati da genitori italiani ricevano 500 euro al mese fino al compimento dei 16 anni.
La legge proposta da CasaPound può essere applicata a non oltre 4 figli per coppia e non possono accedervi famiglie in cui i genitori sono entrambi disoccupati, né chi vive in baracche, abitazioni mobili o non allacciate alla rete fognaria ed elettrica o in strutture ricettive alberghiere o assistenziali ad esclusione dei terremotati. Il provvedimento andrebbe poi finanziato tagliando i fondi destinati alle cooperative che lucrano sull'immigrazione e al mantenimento degli immigrati nei centri d'accoglienza.
“Dai primi riscontri che abbiamo dai banchetti in tutta Italia – spiega CasaPound – la popolazione sta rispondendo con entusiasmo a una proposta percepita come concreta, necessaria e lungimirante, oltre che perfettamente praticabile. Gli italiani sono stanchi di una politica che pensa sempre prima agli altri, occorre sostenere le famiglie italiane e i loro bambini. È per questo che non ci fermeremo finché non avremo i numeri per portare la nostra proposta in Parlamento e fare del Reddito nazionale di natalità una legge dello Stato”.

1 commenti:

fatemi capire: a una coppia di genitori sfrattati e/o disoccupati non spetterebbe nessun tipo di sostegno , mentre una coppia magari proprietaria di + appartamenti ,con un reddito alto percepirebbe il "reddito nazionale di natalità"?

Posta un commento