martedì 14 febbraio 2017

Palermo, due bombe carta contro Forza Nuova

(G.p) Il movimento politico Forza Nuova è stato oggetto di due attentati, nel giro di pochi minuti, a Palermo. Infatti due bombe carte sono state lanciate contro un negozio di tatuaggi tra via Giacomo Cusmano e via Marconi di proprietà di uno dei dirigenti del movimento, danneggiando l'entrata del negozio e contro la sede del movimento in via Villa Florio mandando in frantumi una vetrata.
Per fortuna non ci sono stati feriti. La prima bomba carta è stata scagliata contro il negozio di tatuaggi di Massimiliano Ursino, dirigente del movimento che ha appreso la notizia durante una riunione politica che si stava svolgendo nei locale della federazione siti in via Florio.
La seconda bomba carta è stata lanciata, pochi minuti dopo il lancio della prima, quando i militanti del partito guidato da Roberto Fiore erano ancora in sede per una riunione.
I militanti sono usciti in strada ed hanno chiamato le forze dell'ordine. Infatti polizia, carabinieri e vigili del fuoco sono celermente intervenuti davanti ai due obiettivi transennando le due strade.
Roberto Fiore, segretario di Forza Nuova cosi ha commentato quanto successo a Palermo:
I. "Due bombe carta sono state fatte esplodere, a breve distanza di tempo l'una dall'altra, ad opera di "ignoti" vigliacchi contro la sede di Forza Nuova a Palermo e contro l'attività commerciale di uno dei dirigenti del nostro movimento. Tanta preoccupazione tra le famiglie che aiutiamo con solidarietà nazionale e nel vicinato a causa delle forti esplosioni che hanno allertato anche le forze dell'ordine. Il modo di operare di certi soggetti è simile a quello di cosa nostra, non tollerano chi opera per gli interessi della città su cui ritengono di avere un controllo in perfetto stile mafioso.Non ci faremo intimorire, difenderemo tutti i nostri spazi. Stiamo lavorando nella giusta direzione e la reazione rabbiosa di questa gentaglia lo dimostra".






0 commenti:

Posta un commento