mercoledì 22 febbraio 2017

CATEGORIA:

Napoli: la "rivoluzione" di Noi con Salvini parte dalla quarta municipalità


(G.p)E' tutt'ora in corso la prima tappa della campagna d'ascolto organizzata da Noi con Salvini, costola centromeridionale della Lega Nord per l'indipendenza della Padania nelle dieci municipalità in cui è divisa la città di Napoli.
L'evento politico denominato Idee, cuore, coraggio,  è stato organizzato presso il teatro il Palcoscenico in via Gaetano Argento, zona Piazza Carlo III nella quarta municipalità ed è stato organizzato dal coordinamento cittadino del movimento guidato da Matteo Salvini.
In platea, al momento sono presenti circa una ottantina di persone, venuta ad ascoltare le idee forze di Matteo Salvini, aspirante candidato premier ad ipotetiche primarie del centro destra di cui ancora non si conosce data, partecipanti e modalità di svolgimento.
I dirigenti partenopei di Noi con Salvini, tra cui  riconosco Gianluca Cantalamessa, coordinatore regionale del movimento e l'avvocato Rosanna Ruscito hanno spiegato ai numerosi presenti in sala i punti cardini del programma di Noi Con Salvini, con particolare riguardo al lavoro con l'abolizione della Legge Fornero, restituendo ai pensionati quanto a loro maltolto, liberando posti di lavoro per le giovani generazioni non costrette più ad emigrare all'estero, alla questione immigrazione con maggiori e più efficaci controlli alle frontiere, con espulsioni ed rimpatri immediati per gli immigrati.
All'evento erano presenti i candidati della quarta municipalità fuoriusciti dalle liste civiche dell'imprenditore prestato alla politica Gianni Lettieri tra cui Alfonso De Angelis primo dei non eletti nella lista Giovani in Corsa.












0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.