mercoledì 1 febbraio 2017

Migranti, gli striscioni di Casa Pound: chi scappa dalla guerra non merita rispetto

Chi scappa dalla guerra, abbandonando genitori, moglie e figli non merita rispetto". Questo è il testo degli striscioni firmati da Casa Pound Italia affissi nella notte tra lunedì 30 e martedì 31 gennaio in un centinaio di città italiane, da Bolzano a Palermo.
Il senso di questa iniziativa ci viene spiegato, con una nota, diffusa da Casa Pound Italia tramite un noto social network, che riportiamo fedelmente.


"In tanti potranno giudicare il nostro un messaggio 'choc' ma chi non ha fatto dell’ipocrisia la propria bandiera sa che non è possibile mettere sullo stesso piano chi abbandona Paese e famiglia al proprio destino per scappare in Europa in cerca di benessere e chi sceglie di resistere e combattere per la libertà del suo popolo. E’ per questo che il nostro rispetto va ai siriani che vediamo combattere ogni giorno nell'esercito regolare del presidente Bashar al Assad per difendere la loro nazione dall'oscurantismo dell’Isis più che ai tanti ‘migranti’ in fuga in Italia alla ricerca di sussidi e assistenza che nel loro paese non hanno lottato per ottenere".

2 commenti:

Una volta chi scappava dalla guerra era disertore.
Pare che oggi invece chi fugga sia un profugo.
Sarà.

cazzate ne scrivono tante.. ma questa le supera tutte!

Posta un commento