giovedì 22 dicembre 2016

La protesta del Veneto Fronte Skinheads e Bello Figo non sarà a Cerese

(G.p) Avrebbe dovuto essere la guest star del Gran Capodanno al Palasport di Cerese, ma il rapper Bello Figo non ci sarà. A decidere per la sospensione dell'esibizione di Bello Figo sono stati gli organizzatori dell'evento preoccupati per il clima di tensione, sempre più acceso, che accompagna le esibizioni del re dello Swag live.
Un messaggio critico circa la possibile esibizione di Bello Figo in provincia di Mantova era stato inviato dal Veneto Fronte Skinhead, 
Messaggio  che riportiamo fedelmente e per intero.


Purtroppo al peggio non vi e’ mai fine. Nonostante il terribile attentato di Berlino che dovrebbe far riflettere l’Europa intera sulla strada che deve essere intrapresa per porre un fermo a questa situazione di stallo politico,a Mantova balza agli onori delle cronache l'evento di capodanno al palazzetto di Cerese che vedrà invitato il cantate rap “Bello Figo” . Premesso che, esteticamente parlando, il personaggio in questione, di bello e di figo non ha nulla; ci chiediamo con quale buon senso gli organizzatori della serata abbiano voluto puntare su di una figura così discussa e controversa, sempre pronta a sbeffeggiare e deridere la nostra gente, le nostre donne ed il nostro Paese. Mossi, oramai come tanti, esclusivamente dallo scopo di lucro, gli organizzatori faranno esibire sul palco chi, alla faccia di qualsivoglia buon gusto, è solito cantare “Scopo queste donne bianche” ; oppure, con sfregio verso gli italiani che non hanno un abitazione, “Io non pago l’affitto” e via dicendo, in una lunga serie di canzoni demenziali che, oltre alle ‘risorse extracomunitarie’, possono piacere solo alle menti più contorte ed omologate , anestetizzate da droghe e lavaggi del cervello di massa. Idealtipo, questi ultimi, del totale decadimento della Nazione e della perdita di qualsiasi valore morale. Ci auguriamo, mancando ancora una decina di giorni, che lo staff faccia dietro-front su questa scelta infelice, puntando invece su artisti che, quantomeno, abbiano il decoro e la dignità di esibirsi nel paese di Virgilio. Con la speranza che il buon senso e la salvaguardia della formazione dei nostri giovani possano prevalere su tutto il resto. Contrariamente, potremmo venire anche noi ad augurarvi un “felice” anno nuovo !

0 commenti:

Posta un commento