lunedì 12 dicembre 2016

Forza Nuova a Imola e FI protesta. "Il conto lo paghino Anpi e Pd"


(G.p)Sabato 10 dicembre ad Imola era in programma un presidio, regolarmente autorizzato dalla Questura, organizzato da Forza Nuova nella centralissima piazza Matteotti, ma i militanti del partito guidato da Roberto Fiore sono stati bloccati dalla polizia poco dopo piazza Mirri, perché nelle vicinanze era stato organizzato un presidio antifascista organizzato dai giovani dei centri sociali e dalle forze politiche della sinistra antagonista al quale partecipava anche l'ex onorevole Bruno Solaroli ora presidente della locale sezione dell'associazione nazionale partigiani d'Italia.
Sul mancato svolgimento del presidio di Forza Nuova nella piazza stabilita e sul massicio spiegamento di forze dell'ordine interviene, con una simpatica provocazione Simone Carapia, esponente di Forza Italia che vorrebbe far pagare il costo del servizio d'ordine all'ex onorevole Solaroli ed i consiglieri comunali che hanno votato un documento che vieta l'organizzazione di banchetti da parte di quei movimenti che si identificano nei valori "fascisti", come ci racconta, con un interessante articolo, il quotidiano Il Resto del Carlino, edizione di Imola.




Se si potesse, farei pagare il servizio d'ordine di sabato all'ex onorevole Bruno Solaroli, ora presidente dell'Anpi locale, e a tutti quelli che in Consiglio comunale hanno votato quel documento delirante". È la provocazione di Simone Carapia (FI), all’indomani del presidio di protesta (contenuto solo grazie a un massiccio spiegamento di forze dell’ordine) organizzato da F orza Nuova a Imola per contestare l’ordine nel giorno presentato da Giulia Barelli (Pd), responsabile dei giovani Anpi, e approvato dall'aula di piazza Matteotti con l’obiettivo di vietare in futuro l’organizzazione di banchetti da parte di realtà che "si identificano nei valori e nelle pratiche fasciste".

Forza Nuova, arrivata sul Santerno proprio alla luce di quel provvedimento, "è un partito già legittimato, che si presenta regolarmente a tutte le tornate elettorali con buona pace di Solaroli e company – ricorda Carapia –. Chi prende una pensione d'oro ed è stato primo cittadino di questa città si dovrebbe vergognare di alimentare e provocare queste situazioniquando ci sono ben altri problemi sociali, occupazionali imminenti da affrontare" sul territorio. "Non sono certo io che devo difendere Forza Nuova – conclude il consigliere comunale di opposizione –, ma a Imola si grida al fascista e si fanno queste provocazioni che distolgono le forze dell'ordine e privano i cittadini delle proprie piazze".

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.