giovedì 15 settembre 2016

15 settembre 1996: Bossi proclama l'indipendenza della Padania

Il rito di fondazione del nascente Stato padano comincia solennemente con un battesimo pagano (la raccolta dell’ampolla d’acqua sacra del dio Po) e finisce con l’invito prosastico a “gettare il tricolore nel cesso”. Il 15 settembre a Venezia non ci sono (né ci potrebbero entrare) i due milioni di persone che Bossi millanta ma anche i 120mila partecipanti reali sono una cifra. Intanto sul territorio i militanti “duri e puri”, spalleggiati dai dirigenti più esplicitamente di destra, come il torinese Mario Borghezio, s’impegnano nelle ronde securitarie, nella caccia a prostitute, piccoli spacciatori e immigrati in genere. Un terreno fertile per il reclutamento di attivisti e la conquista di simpatie elettorale di ampi strati sociali che, ansiosi di ordine e sicurezza, sbandano a destra. 

15 settembre 1996: Bossi proclama l'indipendenza della Padania

0 commenti:

Posta un commento