giovedì 10 marzo 2016

CATEGORIA:

In ricordo di Massimo Morsello, sabato a Milano il Memoriale


Il poeta, il cantautore, l’imprenditore, il militante nazional rivoluzionario Massimo Morsello  a quindici anni dalla sua scomparsa verrà ricordato, sabato 12 marzo, nella “ rossa” Milano amministrata dal sindaco Pisapia, con un evento che raccoglierà sullo stesso palco i migliori esponenti della musica alternativa.
 Fra le esibizioni ci sarà anche quella del francese Jack Marchal, uno dei padri della musica alternativa che si esibirà con Junio Guariento, uno dei fondatori della Compagnia dell’Anello, oltre a quelle di Skoll, la Vecchia Sezione.


In esclusiva per i lettori di www.fascinazione.info, intervisto Emanuele Tesauro, tra i promotori del Memorial Morsello,  voce degli Hobbit, storica band di rock nazionalista che da poco ha festeggiato i venti anni di attività.


In campo musicale e poetico Massimo Morsello fu un artista originale, a tuo parere quale musica e quali autori lo hanno influenzato?

Sicuramente i cantautori italiani degli anni 70:Gaber,Battisti,De André ma più di tutti  ad influenzare la sua musica é stato  De Gregori tanto che fu chiamato il "De Gregori nero".In quegli anni la chitarra era considerata uno strumento di protesta ad appannaggio esclusivo della sinistra,tanto che c era qualche artista famoso come Woody Guthrie, che sulla stessa portava scritto "questo strumento uccide i fascisti".Ed invece quello strumento fu usato anche dalla destra radicale e ci fu chi come  Massimo,ci ha incastonato vere e proprie perle, con dei testi che potrebbero tranquillamente essere inseriti nei libri di scuola alla voce "poeti del XX secolo"
«Sulla pista dei ricordi ho lasciato il mio valore, sulla strada delle stelle la mia libertà. Ed armato del sorriso di lei che non c’è più, me ne vado alla conquista di un ricordo di più. Me ne vado e forse non ritornerò, me ne vado e forse non ritornerò
Dentro queste frasi, contenute nella canzone Sul cemento un fiore nero nascerà è racchiusa la sua parabola terrena : umana, politica ed artistica. Massimo è andato oltre 15 anni fa, ma viene ricordato con affetto, stima e devozione da tutti, secondo te perché?

Quando una persona viene ricordata da chi rimane sulla terra probabilmente è perché quello che ha lasciato é un esempio senza tempo.Nel caso di Massimo di lealtà, fedeltà, dignità congiunte ad un grande carisma .

A 15 anni dalla sua scomparsa perchè la sua musica, il suo pensiero politico sono tremendamente attuali ?

Perché come tutti gli Uomini differenti,Massimo è stato un precursore cantando  temi che solo anni dopo sono diventati di stretta attualità come nel caso di Più forti voi o Maastricht o temi immortali quali la fedeltà ad un Idea ed alla sua gente.Quello che ci ha insegnato e lo dico anche  compositore di un gruppo rock identitario é che si può dire rosso indicando il colore del sole al tramonto.Si dice la stessa cosa ma si usa la poesia.

Una personale curiosità : a chi è dedicata la canzone Strade?
Strade é dedicata a Massimo,parla delle strade che lui ha percorso spesso in fuga da un ingiusto mandato di cattura,spesso ostili ed a volte così strane da farti sentire a casa anche a migliaia di chilometri distanza.Strade percorse sul sentiero dell'onore, un cammino spesso in salita  per pochi e non per tutti.

Una domanda più intima e privata : come era il tuo rapporto, non solo dal punto di vista politico e musicale con Massimo Morsello?

Io ho conosciuto Massimo mentre ero impegnato in un campo militare in Sardegna.Tornato nella camerata da una esercitazione trovai una chiamata  su uno dei primi cellulari allora in uso.Il prefisso 0044 mi incuriosì.La mia curiosità duro il tempo di pochi minuti quando al secondo tentativo  risposi e dall'altra parte "ciao Emanuele, sono Massimino da londra".Il sabato successivo ero lì..e mentre le operazioni Thor e Runa e la legge liberticida Mancino ci colpiva in modo indiscriminato noi sapevamo di avere a Londra un rifugio sicuro ed un fratello maggiore che sapeva trovare il modo di farci sentire a casa anche a migliaia di chilometri di distanza.Ho avuto l'onore di ospitarlo, con la sua famiglia ,poche settimane prima della sua partenza e girando per Verona ebbi modo di raccogliere nelle sue parole una specie di messaggio che non potrò mai tradire.Ai suoi funerali, in mezzo a centinaia di persone fui l 'ultimo a tenere accesa la fiaccola prima dell'alba. Da quel giorno ogni mia azione,ogni mi canzone, ogni mia battaglia é nel suo nome.

Milano si appresta ad accogliere il Memorial Morsello a quindici anni dal suo andare oltre.Cosa ci puoi dire riguardo la serata?

Posso dire che l'organizzazione ha fatto di tutto per onorare questa data nel migliore dei modi.Il concerto, durante il quale saranno proiettati anche video inediti ed ospiterà una mostra permanente con foto di famiglia  molto toccanti, si terrà in un prestigioso locale a pochi passi dal centro di Milano.Tanti gruppi si susseguiranno e tra i tanti sicuramente la presenza di Junio e Marchall ci onora particolarmente per tutto ciò che rappresentano.

Sul sito www.memorialmassimomorsello.it verrà annunciato sabato mattina il luogo esatto.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.