mercoledì 16 marzo 2016

Blitz in Comune a Napoli: Azione Nazionale affigge alle finestre striscione per i marò




(G.p) Questa mattina i militanti di Azione Nazionale e dell'associazione Napoli Capitale hanno appeso ai balconi del comune di Napoli a Palazzo San Giacomo uno striscione per chiedere la liberazione dei due marò, sequestrati da quattro anni dall'India. Alla iniziativa hanno partecipato il consigliere comunale Andrea Santoro, il candidato sindaco di Napoli Capitale, l'ex europarlamentare Enzo Rivellini ed i dirigenti di Azione Nazionale Salvatore Ronghi e Pietro Diodato.  Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris ha condannato il gesto, dichiarando : tutto il paese auspica il ritorno quanto prima dei nostri due marò ma l'azione di oggi è stata una chiara strumentalizzazione politica per fini elettorali.


Il quotidiano La Repubblica nella sua versione on line, dedica un interessante articolo, che proponiamo per intero, all'iniziativa politica messa in campo da Azione Nazionale e dall'aspirante primo cittadino Enzo Rivellini.


Quasi un blitz quello del candidato a sindaco di Napoli Enzo Rivellini che questa mattina, con il consigliere comunale Andrea Santoro, i promotori del progetto politico 'Napoli Capitalè e i dirigenti di Azione Nazionale, Salvatore Ronghi e Pietro Diodato, è riuscito a esporre uno striscione a favore della liberazione dei Marò sui balconi del Comune, in piazza Municipio.
"Lo striscione non reca alcun simbolo di partito - ha spiegato Santoro - e siamo sicuri che anche il Sindaco di Napoli condivide la posizione a favore dei Marò e solo per distrazione è stato appeso alla sede del Comune lo striscione per chiedere la verità sull'assassinio di Giulio Regeni". Dal canto suo Rivellini ha auspicato che "il Comune di Napoli sappia interpretare e rappresentare i sentimenti di tutti i cittadini e la liberazione dei Marò sequestrati dagli Indiani, sta a cuore di tutti i Napoletani"
Pronto l'intervento del sindaco Luigi de Magistris che parla di "una strumentalizzazione a fini elettorali". "Tutto il Paese auspica il ritorno quanto prima dei nostri due Marò, ma l'azione di oggi è stata una chiara strumentalizzazione politica a fini elettorali" dice de Magistris.
Si è trattato per il sindaco "non solo di un'azione non concordata, ma perpetrata da esponenti di destra e dell'opposizione che esercitano la vita politica in città in modo completamente alternativo alle prassi democratiche della città di Napoli". Il sindaco ha affermato che l'europarlamentare Rivellini "si è voluto fare un po' di campagna elettorale sulla pelle dei Marò, questione di competenza del Governo. È stato - conclude - un gesto inqualificabile". Intanto, gli agenti della polizia municipale hanno provveduto a togliere lo striscione dalle finestre della sala Giunta

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.