martedì 8 dicembre 2015

Un comunicato dei dirigenti annuncia: Stefano Schiavulli è fuori da Militia

Il comunicato secco è comparso pochi minuti fa sul profilo facebook che Maurizio Boccacci ha aperto da un paio di giorni. Il reggente che lui stesso aveva designato non fa più parte di Militia. i motivi restano interni. Il testo si conclude con un appello a evitare il chiacchiericcio. Seguono una decina di firme tra cui spicca anche qualche new entry prestigiosa. Tensione nel movimento più radicalmente fascista erano trapelate nelle scorse settimana, grazie proprio a uno status polemico sul profilo facebook di Stefano Schiavulli che rivendicava solo a se stesso e a Boccacci il diritto di parlare a nome di Militia. Da stasera non è più così 


Il Movimento Politico Militia rende noto che :
Stefano Schiavulli non fa' più parte del Movimento e non potra' più parlare a nome di esso.
I motivi di tale decisione restano escluvamente interni. Confidiamo nell'intelligenza delle varie Comunita' affinché non si alimenti nessun tipo di chiacchiericcio.
La gogna pubblica appartiene ad altri, non al nostro stile.
Noi non accettiamo, ne' accetteremo Mai, compromessi ne' scenderemo mai a patti con nessuno.
La nostra lotta continuerà con la denominazione Militia Italia, sempre in prima fila e con il volto al sole, fieri delle nostre incrollabili certezze.TREMINO I CODARDI , I CORROTTI E LE SPIE !!!
Vita est Militia  
Maurizio Boccacci, Stefano Caradonio, Simone Crescenzi, Riccardo Ricciardi, Pietro Ascani, Pierluigi Nobili, Andrea Colombo, Mirko Viola, Enrico Tarantino, Andrea Portello

1 commento:

  1. Tra i nomi dei firmatari leggo quello di un certo Andrea Colombo. Ma che, per caso, è parente di Furio? Non sto scherzando ...

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.