mercoledì 9 dicembre 2015

Salvataggio Banca Etruria, Forza Nuova: il Pd cameriere dei banchieri

(G.p)In merito alla vicenda del salvataggio di Banca Etruria e di altri importanti istituti di credito attraverso il Decreto Legge n 183/2015 emanato, nei giorni scorsi, dal governo Renzi, la segreteria regionale di Forza Nuova della Toscana esprime, con un comunicato stampa, che pubblichiamo per intero, vicinanza e sostegno ai favori dei 30 mila risparmiatori toscani messi sul lastrico grazie al provvedimento che ha bruciato milioni di euro di risparmi.

In merito alla vicenda del salvataggio di Banca Etruria e degli altri istituti di credito attraverso il Decreto legge n° 183/2015, emanato proprio la scorsa domenica dal Governo (dell’abusivo) Renzi, vogliamo anzitutto esprimere vicinanza e sostegno a favore dei circa 30 mila risparmiatori toscani letteralmente truffati e messi sul lastrico dal suddetto provvedimento, che ha bruciato con un tratto di penna oltre 300 milioni di euro di risparmi.
 Di fatto il decreto “salva-banche” deriva anche dalla nuova normativa europea (direttiva 2014/59/ UE) per effetto della quale lo Stato non potrà più intervenire a sostegno delle banche finanziariamente dissestate, le quali pertanto verranno salvate solamente con i risparmi degli azionisti, obbligazionisti e correntisti, insomma, con i soldi dei poveri risparmiatori.
 Quello che ci sconcerta di più è il fatto che il salvataggio di Banca Etruria non solo cancella con un colpo di spugna i risparmi di una vita di migliaia di risparmiatori, ma colpisce pure quei clienti che non potevano immaginare che i loro soldi sarebbero stati loro sottratti per ricapitalizzare la banca in dissesto, specialmente se consideriamo che il decreto è stato applicato a contratti sottoscritti da anni, dunque con effetto retroattivo.
 Il Governo e le istituzioni europee così solerti a tendere una mano (piena di quattrini) a istituti di credito e banche con conti in profondo rosso risultato di, a dir poco, allegre gestioni finanziarie, dove sono adesso che ad avere un sacrosanto aiuto sono i cittadini? 
Il partito democratico, una volta di più, perde la faccia anche qui in Toscana dove praticamente governa da sempre. Le fumose promesse di Renzi&co lasciano spazio solamente all’evidenza della realtà: I banchieri comandano il pd obbedisce. 
Realtà che già tempo fa Forza Nuova Toscana ebbe a denunciare con un’azione simbolica davanti alle sedi del Pd in tutta la Regione. Forza Nuova sostiene da sempre che l’unico mezzo per vincere contro questa usura strisciante sia il recupero della sovranità monetaria, attraverso l’autorità dello Stato e la nazionalizzazione della Banca d’Italia, provvedimenti che consentirebbero di tagliare gli artigli ai banchieri privati e allo stesso tempo emettere moneta di proprietà pubblica accreditandola ai cittadini che diventerebbero in questo modo titolari della moneta stessa e non debitori com’è attualmente.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.