sabato 7 novembre 2015

CATEGORIA:

Padova,imbrattata la targa in memoria di Giralucci e Mazzola. L'intervento di Silvia Giralucci

(G.p) Nella notte tra giovedì 5 e venerdì 6 novembre scritte a vernice spray, simboli comunisti con falce e martello, sono state apposte in via Zabarella che ricorda il luogo in cui furono uccisi Graziano Giralucci e Giuseppe Mazzola, militanti del Movimento Sociale Italiano Destra Nazionale trucidati dalle Brigate Rosse il 17 giugno del 1974. Le scritte sono state cancellate dalle forze dell'ordine nel corso della mattinata. Ignoti risultano essere gli autori del deprecabile gesto.
Sulla brutta vicenda, figlia di un clima di odio politico, è intervenuta Silvia Giralucci, che dal suo profilo facebook ha dichiarato : quel che dovevo dire, l'ho detto con un libro, un film e tanti interventi. Ora non mi sento più una bambina orfana, mi sento una mamma solo e spero che mio papà faccia compagnia a Claudio. Sono sepolti vicini e quando vado a salutare mio marito mi conforta sapere che c'è papa con lui. E' strana la vita, ma il resto mi sembra solo stupido, senza spessore. La vita, la sofferenza, la morte sono altro. Non simboli da usare ed imbrattare.
Parole, quelle dette dalla collega Silvia Giralucci che non possiamo non condividere in toto.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.