domenica 6 settembre 2015

L'appello di Gianni Alemanno a Giorgia Meloni: sostieni la rinascita di Alleanza Nazionale

di Giuseppe Parente


Giorgia Meloni, leader indiscussa di Fratelli d'Italia abbandoni le sue perplessità e sostenga, senza se e senza ma, la rinascita di Alleanza Nazionale. In estrema sintesi, evitando il politichese, sempre di moda, questo è  il senso del documento "Riaggregare la destra sommersa e diffusa" approvato nella giornata di sabato dall'assemblea nazionale di Prima l'Italia, associazione politico culturale fondata dall'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno e da Isabella Rauti, che ha eletto il casertano Marco Cerreto nuovo portavoce del movimento.
Pieno e convinto sostegno da parte dei seguaci di Alemanno alla mozione dei quarantenni per rilanciare l'impegno politico della Fondazione Alleanza Nazionale ed un accorato appello ai vertici di Fratelli d'Italia ed al variegato mondo di destra affinché, in tempi brevi, venga accolta positivamente questa storica opportunità.

D'altronde, in vista dell'assemblea della Fondazione Alleanza Nazionale che si terrà il prossimo 3 ottobre, a Roma, l'unica mozione presentata, al momento,  è quella dei "quarantenni" che chiede alla Fondazione pieno sostegno per la nascita di un nuovo partito che si richiami ai valori della disciolta Alleanza Nazionale, e la fine della diaspora della destra politica italiana.
Una posizione, di buon senso, quella dei "quarantenni" che ha numerosi fan, ma anche altrettanti oppositori. Pensiamo agli ex Msi An confluiti in Forza Italia come Altero Matteoli e Maurizio Gasparri, per non parlare di Giorgia Meloni che vuole proseguire nel percorso identitario e sovranista di Fratelli d'Italia.

Ed è proprio a leader di Fratelli d'Italia che si rivolge la mozione di Prima l'Italia. Fratelli d'Italia e Giorgia Meloni, hanno svolto un coraggioso ed importante lavoro di rappresentanza dei valori della Destra, a cui molti quadri politici di Prima l'Italia hanno contribuito in maniera determinante con il proprio voto decisivo per utilizzare il simbolo di Alleanza Nazionale, con proprie candidature e con l'impegno di quotidiana militanza.
 È necessario un salto di livello, un nuovo grande processo di aggregazione, senza il quale la Destra italiana rischia di avere un ruolo secondario e marginale nel futuro della politica italiana». A tal proposito si invitano «i vertici di Fratelli d’Italia - come quelli di tutte le altre realtà politiche e associative che operano nell’area della Destra - ad accogliere positivamente questa opportunità, evitando sterili polemiche e verificando concretamente il valore qualitativo e quantitativo dell’aggregazione che si potrà raccogliere attorno all’impegno politico della Fondazione An.

L’obiettivo, secondo Prima l'Italia  deve essere quello di creare un nuovo soggetto unitario con tutte le energie disponibili, scegliendo la classe dirigente e le candidature con regole chiare e democratiche, ispirate a quel metodo delle primarie che ha rappresentato il "mito di fondazione" di Fdi e la speranza futura di tutto il centrodestra».
Nell’attesa che gli iscritti alla Fondazione - un migliaio - partecipino all’assemblea di ottobre, si attende ancora il parere del team di legali chiamati a sciogliere tutte le incognite relative allo statuto dell’ente. Anche di questo si discuterà giovedì prossimo, quando è previsto il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione. CdA nel quale sono seduti tutti i protagonisti della «partita»: da Giorgia Meloni a Gianni Alemanno, da Roberto Menia a Ignazio La Russa fino a Gasparri e Matteoli.

2 commenti:

  1. Gli unici che son stati peggiori del PD.
    Non c'è limite al peggio dunque.

    RispondiElimina
  2. Ma Alemanno ancora ha la faccia tosta di parlare ?
    A prescindere dalle eventuali condanne in sede penale, ma come si può continuare a fare politica dopo quello che dal punto di vista amministrativo è stato compiuto a Roma.
    Lo stesso discorso vale per Veltroni le cui malefatte sono state coperte da Alemanno che aspettava solo il suo turno per saziare la fame arretrata.

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.