Piccoli rigurgiti antifascisti in Campania: a Castellammare contro i "Fratelli d'Italia", a Piedimonte contro la Nipote - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 7 febbraio 2013

Piccoli rigurgiti antifascisti in Campania: a Castellammare contro i "Fratelli d'Italia", a Piedimonte contro la Nipote

Due piccoli episodi di "rigurgito antifascista" in Campania. Il primo me lo segnala un "appassionato lettore":
Caro Umt,
in qualità di appassionato lettore dei tuoi libri e costante frequentatore del blog fascinazione, ti invio una foto notizia di un avvenimento accaduto nella mia città Castellammare di Stabia.
Si tratta di un atto di natura vandalico, estraneo alla cultura politica della mia città, avvenuto presumibilmente nella notte tra mercoledì 6 e giovedì 7 febbraio,che ha colpito la sede cittadina di Fratelli di Italia, centro destra nazionale, nuova formazione politica di centro destra alleata con il Popolo delle Libertà, rappresentata a Castellammare di Stabia dal consigliere comunale Massimo De Angelis, candidato nel collegio Campania 1 al numero 3 dopo Marcello Taglialatela e Giorgia Meloni.
Ricordo a me stesso, ai tuoi lettori, che il giorno prima dell’atto vandalico a Castellamare di Stabia, era venuta Giorgia Meloni, protagonista di una riuscita manifestazione politica a sostegno dei candidati campani del partito e di una brillante trasmissione televisiva sulla seguitissima Metropolis Tv.
Ti ringrazio dell’attenzione.
Catello D’Amore

Il secondo, invece, è segnalato dall'indefettibile Giuseppe Parente: Rifondazione comunista chiede al sindaco di Piedimonte Matese di vietare l'ingresso in città di Alessandra Mussolini



1 commento:

  1. ma quale rigurgito antifascisdta! x una secchiata di vernice!
    Comunque veramente pietosa l'uscita dei rifondaroli!

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700