No tav: arrestato Ferrari, il br che scontò 30 anni senza delitti di sangue - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 27 gennaio 2012

No tav: arrestato Ferrari, il br che scontò 30 anni senza delitti di sangue

Ferrari in occasione di una protesta No tav (La Repubblica)
(umt) Uno degli arrestati nel blitz contro il movimento No tav per i violenti incidenti della scorsa estate è Paolo Maurizio Ferrari, il primo brigatista arrestato, nel maggio 1974. Prima che le Br cominciassero a uccidere (Padova, 17 giugno 1974). Si è fatto comunque trent'anni di carcere, scontando l'intera pena che gli era stata comminata (21 anni al processo di Torino contro il nucleo storico, per i sequestri di Labate, Amerio e Sossi, 9 anni per la rivolta contro le disumane condizioni penitenziarie all'Asinara). Un caso più unico che raro. Se lo si paragona a tanti casi di incertezze della pena, tra leggi premiali e misure per il reinserimento sociale, ha sicuramente pagato più del giusto e più del dovuto. 

11 commenti:

  1. totale solidarietà a Paolo Maurizio Ferrari e a tutti gli arrestati no tav

    RispondiElimina
  2. solidarietà incondizionata a Paolo Maurizio Ferrari

    RispondiElimina
  3. Ma solidarietà de che? I signori qui sopra si riprendano per favore. Ci mancava la solidarietà agli antifascisti militanti.
    Il Conte

    RispondiElimina
  4. Il Conte in questo caso credo sia giusto dividere le loro battaglie antifasciste dalle altre battaglie come questa che oltre non avere connotati antifa penso debba essere sostenuta e condivisa anche dalla nostra area...non omologhiamoci al loro pensiero "anti" secondo cui qualsiasi cosa puzzi anche minimamente di fascio sia da condannare (anche quando in cuor loro vorrebbero essere accanto a noi per lottare insieme...)

    RispondiElimina
  5. Allora, specifico che la pensavo pure io come te ma mi sono ricreduto. Le loro battaglie non sono di merito, sono strategiche. A loro della tav non gli frega nulla, vogliono solo egemonizzare un movimento per una strategia ben nota. Non è un segreto, lo dicono pure. Qualsiasi loro battaglia non è di merito ma strategica, se sono filo palestinesi lo sono per i gruppi marxisti palestinesi, se sono filo baschi lo sono per i marxisti baschi etc... le battaglie sono utili a creare sacche di consenso in cui alimentare tensione (con fondo di lotta di classe) e basta. Noi e loro siamo soluzioni alternative, e quindi concorrenti, ad un sistema (pars destruens senza pars costruens comune non funziona, a maggior ragione visto che noi non abbiamo ancora iniziato a pensare alla seconda e non ci occupiamo della prima). Dovremmo permeare noi i movimenti e una volta dentro impedire loro di affacciarsi. Essere anti è una necessità logistica oggi e permettimi di dire che sarebbe anche il collante che manca alla destra radicale, collante che la sinistra antagonista ha.
    Il Conte

    RispondiElimina
  6. Paolo Maurizio Ferrari è un grande. Che si senta mia nemico, se si sente mio nemico, è affar suo; questo non m'impedisce di stimarlo.

    RispondiElimina
  7. Solidarieta' incondizionata a tutti gli antagonisti arrestati, Paolo Maurizio Ferrari in testa, e disprezzo per tutta la casta infame ' della magistratura democratica ', sgherri e guardie di questo sistema infame , sgherri e guardie di ieri e di oggi.

    RispondiElimina
  8. Vedo che a slogan da cantina non vi batte nessuno. Peccato non siano seguiti dal contenuto.
    Ps. Adinolfi, non si capisce nulla di quello che scrivi.
    Il Conte

    RispondiElimina
  9. Appena ho letto nel titolo "arrestato Ferrari" ho esultato pensando erroneamente si trattasse di quell'altro scribacchino pennivendolo di Saverio Ferrari. E invece mi sbagliavo :(
    Pur la distanza ideologica mi dispiace per questo Paolo, anche perché vedendo le sue condanne, è uno che ne ha passate tante, sicuramente se non ha ucciso nessuno è vittima di un accanimento del sistema giudiziario.

    D'altra parte però va anche rammentato che spesso gli individui come quelli che hanno arrestato cavalcano le proteste come queste solo per egemonizzarle e prenderne le redini ideologiche-politiche. Se da un lato sono dispiaciuto del fatto che le forze di protesta NoTav ne escano indebolite, mi consolo col fatto che ci sia qualche antifà in meno in circolazione! ;)

    RispondiElimina
  10. Saverio Ferrari, un monumento alla coerenza. Un mito.

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700