Header Ads


10 gennaio 1979: l'omicidio Cecchetti non fu casuale


All'epoca il "fattaccio" fece scalpore: un gruppo minore della guerriglia rossa che spara nel mucchio davanti a un bar "ritrovo dei fascisti" a Talenti e ammazza uno studente dell'Archimede che fascista non era. Fu letto come una rappresaglia immediata per l'assalto del giorno prima dei Nar a Radio Città futura, in cui restarono ferite 5 donne. Innescò in quel che restava dell'estrema sinistra un dibattito aspro sull'insensatezza di una violenza politica sempre più spietata e fuori controllo. Il quotidiano Lotta continua lo suscitò e ne diede ampia diffusione. Secondo il Ros dei carabinieri che ha condotto le ultime indagini sull'omicidio Verbano non si tratta di un episodio casuale. Così, infatti, il pm che ha proposto l'archiviazione (respinta dal gip) riconduce l'assalto al bar Urbano in uno scenario di colpo su colpo che insanguinò il quadrante di Roma Nord Est dalla fine degli anni 70 ai primi anni 80. 






Nessun commento:

Powered by Blogger.