Anche le vite dei bianchi valgono. La Rete a difesa della statua di Garibaldi a Lucca - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 15 giugno 2020

Anche le vite dei bianchi valgono. La Rete a difesa della statua di Garibaldi a Lucca

Nella serata di venerdì 12 Giugno i militanti lucchesi de la Rete, gli scissionisti di Forza Nuova,guidati dal portavoce toscano Augusto Gozzoli, hanno simbolicamente presidiato il monumento a Giuseppe Garibaldi, in piazza del Giglio, a Lucca, esponendo uno striscione riportante le seguenti parole: anche le vite dei bianchi contano, ribaltando lo slogan Black lives matter, che negli Stati Uniti, sembra giustificare violenze e saccheggi compiuti dagli afroamericani ai danni della popolazione bianca e atti di vandalismo contro i monumenti simbolo della storia americana.
Condanniamo la manifestazione che si è tenuta a Lucca giovedì - prosegue Gozzoli - e ci preoccupa il fatto che rappresentanti istituzionali come il sindaco Tambellini vogliano importare in Italia uno slogan che in America ha già scatenato violenze e persino omicidi, insieme ad un modello culturale teso a colpevolizzare i popoli bianchi e a giustificare qualsiasi protesta, per quanto violenta, contro di loro, purché sia ammantata nel candido vessillo dell'antirazzismo".
"Di fronte a questa ondata di imbarbarimento culturale - conclude Gozzoli - noi vogliamo essere ordine contro il caos: noi non ci vergognamo di avere la pelle bianca: al contrario, ci sentiamo orgogliosi eredi di una civiltà grandiosa e inimitabile, e non permetteremo a nessuno di attaccare la nostra storia, la nostra tradizione e i nostri monumenti".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700