Né mascherine, né distanze sociali, bandieri tricolori e lotte sociali. Il 1 maggio di Forza Nuova - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 30 aprile 2020

Né mascherine, né distanze sociali, bandieri tricolori e lotte sociali. Il 1 maggio di Forza Nuova


Domani sarà 1 maggio.Siamo a 110 giorni dall'inizio dell'era corona virus e a due mesi dagli arresti di massa. Come avevamo previsto dietro alla pandemia si nascondeva ben altro: una dittatura sanitaria orchestrata da Oms, Cina e Bill Gares, la complicità di governatori di Regione incapaci e uno Stato disarticolato che è crollato di fronte all'emergenza.
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Giuliano Castellino, dirigente nazionale di Forza Nuova che precisa:
domani sarebbe dovuta essere la festa del Lavoro e dei lavoratori, ma sindacati, post ed ex comunisti, ancora una volta, tradiscono e voltano le spalle agli italiani, rimanendo chiusi dentro casa e non rivendicando nessuna mobilitazione.
Proprio oggi che uno Stato di Polizia e di controllo sta mettendo in ginocchio la nazione, che il popolo è alla fame, recluso da settimane, senza lavoro, cassaintegrato, precario e abbandonato dal regime, i vampiri del proletariato fanno "ciao ciao" ai nostri lavoratori.
Altro che "Bella Ciao",  continua Castellino,questi hanno salutato le lotte sociali e si sono venduti alle forze internazionaliste, alla Cina, a Conte, ai nemici dell'Italia e agli strozzini degli italiani.
In Italia non si muore di corona virus, né di pandemia, si muore di disoccupazione e carestia.
Con milioni di italiani terrorizzati dai media e dalle multe, incapaci di reagire alle prepotenze di un regime illegale e illegittimo.
Ma quale mascherine, ma quale rispetto delle distanze sociali! Qui, conclude l'esponente di Forza Nuova, bisogna scendere in strada e riconquistare la nostra libertà! Tutto il resto è noia.


1 commento:

  1. Concordo su tutto. Se questi intenti riescono a trovare una forma costruttiva e non violenta di espressione e manifestazione, e non apologetica di errori passati, credo che inizierò a seguire con interesse le vostre iniziative. Siete tra le poche voci dissenzienti che reclamano la libertà negata al popolo italiano da questa neo-dittatura della falsa scienza e della manipolazione delle coscienze.

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700