28 anni dopo la comunità casertana ricorda Andrea Della Peruta - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 30 aprile 2020

28 anni dopo la comunità casertana ricorda Andrea Della Peruta

Quando un Camerata è per sempre. Come ogni anno, La Comunità Militante di Caserta, 28 anni dopo, ricorda Andrea Della Peruta.
Scrivono testualmente, «...nello Scrigno della Memoria, come in ogni Aurora che verrà... in questa vita, e nell'Altra: camerata Andrea PRESENTE»

 ...C'è una Comunità, a Caserta, umana, prima ancora che politica, (che esiste nel giusto mezzo fra i quattro decenni ed il mezzo secolo), che segna il proprio e l'altrui tempo, con iniziative culturali, editoriali, sportive, imprenditoriali, politiche, volontaristiche, sociali... ...una Comunità che è quel che mostra di essere, quando decide di comparire, e che se, e quando, non appare, comunque c'è... Infatti, quando è il Tempo, le Fiamme riverberano e mandano bagliori che giungono lontano, se solo li si sa vedere, li si coglie con il cuore (prima che con l'anima), con l'anima (prima che con la mente), con la mente (prima che con lo sguardo), sempre, anche se non si dovessero vedere... ma che siano candele o falò rituali... i Fuochi, nella Notte, restano accesi... nelle Notti di veglia... e più scura è la Notte, più nitida, ed evidente, è la Luce... E, sempre quando è il Tempo, si alzano i calici... e, i Cuori, vanno più in Alto ancora...nelle veglie di vigilia... e non solo... Una comunità che resta salda nei principi, nei valori assoluti, rispetto a fattori contingenti intercambiabili, come i cardini su cui si apre, si chiude, si muove, a seconda dell'esigenza del momento, l'uscio, la porta, il portone... e va bene così, l'ingresso è tutelato, l'uscita è protetta, finchè i cardini sono così come devono essere... Esiste e resiste, questa Comunità di fratellanza che prescinde da singole scelte individuali del momento, e che resta dove sempre è stata e sarà sempre, che si renda palese, e la si veda, o meno, perchè scorrendo come un fiume carsico, riaffiora quando torna il tempo di scendere a valle con l'impeto palese, della militanza attiva e condivisa... Esiste una Comunità, che seppe ergersi a saldo presidio, umano ed ideale, sul territorio... «Amore e Coraggio non sono soggetti a processo.» (Così scrisse Robert Brasillach, a Fresnes.) ...uno dei ragazzini dell'epoca che fu, che crebbe in questo gruppo umano, è Andrea Della Peruta. Andrea, classe 1960, professionista instancabile e capace, (insegnante, imprenditore, consulente finanziario, dottore commercialista), atleta tenace ed attento dirigente sportivo, militante generoso e dirigente politico coerente, impegnato in associazioni culturali e di volontariato...per tantissimi, Andrea è un Amico, per molti un Camerata... seppe diventare un pilastro insostituibile della Comunità stessa, incarnandoNe un esempio degno, splendendo come una Fiaccola accesa nell'Oscurità, fungendo anche da riferimento per quanti, dall'esterno, cercassero una luce, nel buio...aspettando l'Aurora... perchè «dopo le Tenebre della Notte, Risorge sempre il Sole»...ma soprattutto, per tutti, Andrea è un Uomo degno di questo Nome... Il dottor Sergio Gozzoli, insieme a Piero Sella, a Caserta per un convegno, nei mesi successivi alla sua Morte, ebbe a dire che Andrea era «Caduto nella Battaglia quotidiana, andando incontro al Suo destino, cavalcando come un moderno cavaliere, lancia in resta...su un destriero meccanico...» il 30 aprile, è l'Anniversario del Suo "ascendere al Cielo", del Suo "andare Avanti", del Suo "recarSi Altrove". Negli anni, da allora, in Suo onore sono stati organizzati qualche volta dei concerti, altre volte dei tornei sportivi, ma sempre, in questa data, Lo abbiamo ricordato con un manifesto, "il" Manifesto, del 30 aprile. «Quello che veramente ami rimane, il resto è scorie, Quello che veramente ami, non ti sarà strappato, Quello che veramente ami è la tua vera eredità», (così Ezra Pound, nei "Canti Pisani"). Ormai sono passati ventotto anni, da quell'incidente stradale che Gli fu fatale, ma è, e resta, fra Noi, per Noi, con Noi... ...e, combatteremo ancora, fianco a fianco, quando sarà, ne "l'Ultima Battaglia"... ...nel frattempo, esiste e resiste questa Comunità, di Donne ed Uomini, (ma anche di Ragazzi che NON hanno avuto modo di incontrarLo mai), e fa quadrato, si stringe in un abbraccio virtuale, e rinnova un rito antico. Camerata Andrea: PRESENTE!

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700