Il Tribunale da ragione a Facebook: giusto cancellare le pagine di Forza Nuova - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 24 febbraio 2020

Il Tribunale da ragione a Facebook: giusto cancellare le pagine di Forza Nuova

Facebook ha fatto bene a rimuovere le pagine di Forza Nuova. Lo ha stabilito il Tribunale di Roma, sezione per i diritti della persona e immigrazione, respingendo il ricorso del movimento politico guidato da Roberto Fiore che aveva denunciato la scelta del social come atto di censura citando l'articolo 21 della Costituzione ("Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure"). Forza Nuova è stata inoltre condannata anche al pagamento delle spese processuali al colosso dei social network. La giudice designata Silvia Albano ha ritienuto legittima anche la cancellazione delle pagine di molti militanti della stessa organizzazione.
Nel settembre del 2019 la pagina nazionale di Forza Nuova era stata oscurata insieme ad altri account legati a dirigenti e militanti del partito perché, secondo il principale social network, le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano altri sulla base di chi sono non trovano posto né su Facebook, né su Instagram.
Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia". Gli account erano stati sospesi per aver "violato questa policy".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700