Tifoso ucciso. Convalidati gli arresti, si ferma il calcio lucano - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 24 gennaio 2020

Tifoso ucciso. Convalidati gli arresti, si ferma il calcio lucano

Sono stati tutti confermati i 26 arresti eseguiti nell’ambito delle indagini sulla morte di Fabio Tucciariello. Il tifoso della Vultur Rionero, di 39 anni, domenica scorsa a Vaglio di Basilicata, alle porte di Potenza, è stato investito da un’auto guidata da un sostenitore del Melfi. Salvatore Laspagnoletta, di 30, era stato assaltato da una ciurma di tifosi nemici e ora è accusato di omicidio volontario.
Il provvedimento di conferma è giunto al termine degli interrogatori di garanzia affidati ieri a tre gip per velocizzare le operazioni che infatti si sono conclusi nel pomeriggio. In mattinata molti familiari delle 26 persone, tutte tra i 20 e i 30 anni, hanno affollato le aule del tribunale di Potenza, ma le procedure di interrogatorio si sono svolte regolarmente e senza problemi. L'ufficio del gip ha evidentemente fatta propria la linea dura espressa e annunciata dalla Procura.
Intanto è scattata una "pausa di riflessione", con una domenica, la prossima, 26 gennaio, di interruzione di tutti i campionati lucani di calcio. La richiesta della Vultur Rionero e dell’As Melfi è stata accolta dal Comitato regionale della Basilicata della Lega nazionale Dilettanti, che ha così fatto propria l'esigenza emersa nella riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700