La Russa: alla scissione il marito della Segre rimase con noi per Almirante - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 25 gennaio 2020

La Russa: alla scissione il marito della Segre rimase con noi per Almirante

"Ai giornalisti che nei giorni scorsi mi chiedevano un parere sul marito della senatrice Segre, ho risposto che non sapevo che lei fosse moglie dell’avvocato Belli Pace che conobbi come candidato del Msi. Mi limitai a queste poche parole scegliendo di non commentare. Dico ora, a notizia nota, che quando Birindelli, e più della metà dei parlamentari missini nel 1977, lasciarono il partito in polemica con Almirante per dar vita a Democrazia Nazionale, Belli Pace anticomunista e tutt’altro che fascista, scelse di restare con Giorgio Almirante che aveva conosciuto e apprezzato fino a candidarsi due anni dopo, nel 1979, nelle liste della Fiamma. Per questa ragione, rispettosamente, mi permetto di rammaricarmi ancora che non sia più possibile un incontro della senatrice con quel capo della destra italiana del dopoguerra che seppe condannare l’antisemitismo, senza se e senza ma, e schierare il partito sempre dalla parte di Israele. Sarebbe stato più utile di mille e mille parole per una memoria necessaria e condivisa". Lo dichiara in una nota Ignazio La Russa, senatore di Fratelli d’Italia

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700