Header Ads

Giorno della memoria, volantini nazisti a Brugherio contro i cinesi

Lo scorso 27 gennaio, nel giorno consacrato alla Memoria della Shoah, un gruppo di neonazisti del Nsab (NationalSozialistischen Arbeiter Bewegung), ovvero il Movimento NazionalSocialista dei Lavoratori, ha messo nelle caselle della posta di alcuni stabili del comune di Brugherio, nel Milanese, dei volantini razzisti contro i commercianti asiatici. Lo denuncia l’Osservatorio democratico sulle nuove destre.
"Nel denunciare questo atto vergognoso, che speriamo - scrive l’Osservatorio su Facebook - venga perseguito anche penalmente, e che vede protagonista un’organizzazione che già in passato si era distinta per episodi analoghi in Lombardia, in particolare nella provincia di Milano, pubblichiamo il volantino, la foto di uno degli incasellatori, ai fini di una sua possibile identificazione, e una scheda informativa sul Nsab".

4 commenti:

  1. Buon giorno sig.Tassinari, non vedo come possa c'entrare la propaganda "Compra italiano" con la Shoa, tra l'altro fatta privatamente nelle buche delle lettere, se non per una forzatura. Ora e` pure vietato distribuire gli stampati? Fa specie che un articolo del genere venga scritto proprio da lei, che nel 2007, quando fummo indagati solo per esserci presentati alle elezioni [e poi completamente scagionati] lei implicitamente ci difese indicandoci come "colpevoli per il solo fatto di esistere!" Non sarebbe neppure giusto e onesto in quedta occasione fare un articolo del genere e pubblicare la foto di un nostro simpatizzante che non sta commettendo alcun reato. Se la vs redazione e` formata da perdone oneste dovreste rettificare immediatamente le vostre conclusioni e togliere immediatamente la foto, dato che e` stata pubblicata esclusivamente per farci un dispetto. NSAB

    RispondiElimina
  2. Non avendo pubblicato la foto del vostro simpatizzante non possiamo toglierla. Per il resto, in un anno di 366 giorni avete scelto giusto il giorno della memoria per il volantinaggio anticinese. Che sfortuna.

    RispondiElimina
  3. ASSOLUTAMENTE NO: QUEL VOLANTINO E' DEL 2012 ED E' STATO DISTRIBUITO NON DECINE DI VOLTE, MA CENTINAIA DI VOLTE IN OGNI GIORNO DELL'ANNO. OLTRETUTTO NON C'ENTRAVA NULLA CON LA GIORNATA DELLA MEMORIA E SI PUO' DIRE CHE E' STATA UNA TOTALE CASUALITA', DATO CHE NON E'STATO IMMESSO PRIVATAMENTE SOLO QUELLO: AH GIA', DIMENTICAVO CHE TUTTI QUELLI CHE SI METTONO IN TESTA IL TITOLO DI DEMOCRATICI, POI SONO QUELLI CHE ALTRO NON FANNO CHE DENUNCIARE CHI SI PRESENTA ALLE ELEZIONI! PERTANTO NON E' SFORTUNA, E'LA FAZIOSITA'DI CERTI GRUPPI POLITICI AD EMERGERE SEMPèRE ALLA RICERCA DI PRETESTI PER SCOMODARE LE FORZE DELL'ORDINE SUL NULLA! INVECE CHE CERCARE QUESTI PRETESTI, ANDATE A CERCARE QUALCHE PARTIGIANO IN JUGOSLAVIA E DATEGLI LA CITTADINANZA, DATO CHE QUELLI ITALIANI LE VOSTRE ASSOCIAZIONI LI HANNO ESAURITI, NONOSTANTE IL GRANDE SUCCESSO DI ISCRIZIONI NEL 1945 DEL 24 APRILE .. SERA!

    RispondiElimina
  4. La Corte d'appello di Milano il 13/2/2020 ha definitivamente assolto gli ultimi 3 imputati per la distribuzione di circa 20 tipi di volantini nei Gazebo del 2013, tra questi volantini c'era anche "compra italiano", ma era gia` stato stralciato in istruttoria non risultando irregolare. Da nove indagati e 20 tipi di volantini si sono avuti 3+1 Condannati a pene minime su due tipi di volantini ridotti ulteriormente a uno nel parallelo procefimento di primo grado. Da ieri sono stati assolti i precdenti condannati su istanza del Procuratore Generale: il fatto non sussiste.
    Si precisa inoltre che il processo era stato fatto su un'azione di volantinaggio del 2013 per la quale era stata richiesta la regolare autorizzazione con l'esibixione preventiva del materiale: erano stati concessi ben due gazebo n date consecutive, salvo poi indagarli a seguito dell'interpellanza parlamentare di Emanuele Fiano del mese successivo.
    15/2/20
    NSAB

    RispondiElimina

Powered by Blogger.