Header Ads

Ronda antidroga a Torino: pestati pusher africani

«Adesso basta. Via di qui». Dalle parti di via Balbo, poco lontano dalla zona pedonale, non sono nemmeno le dieci di sera. All’angolo della strada ci sono i pusher. Quelli già allontanati dall’ingresso dell’elementare Fontana, dopo la lettera aperta del preside alla Città e le retate di carabinieri e polizia. Si avvicinano dei ragazzi. Quattro o cinque, non di più. Parlano italiano, sono incappucciati. O meglio, hanno il viso coperto dalle sciarpe e dai berretti calati fino al naso. Prima delle parole sono arrivate le botte. Spintoni, schiaffi e qualche pugno. Qualcuno ha sentito le grida, si è affacciato dai balconi, ha capito che non erano le solite urla della movida fracassone e ha chiamato la polizia. Quando è arrivata una volante, era già tutto finito. Sparito il gruppetto di ragazzi incappucciati, fuggiti quasi tutti gli spacciatori africani. Tutti tranne uno, Babu. Vent’anni, originario del Gambia, ha riferito agli agenti i pochi dettagli dell’aggressione, durata una manciata di secondi. E quell’avvertimento, «via di qui» che non sembra essere arrivato per caso.

Il fatto è successo mercoledì scorso e ce lo racconta la Stampa di ieri. Il passaggio alla violenza non è improvviso. Perché c'è il precedente degli spacciatori cacciati dall'ingresso della scuola dalle forze dell'ordine. Interessante anche il pusher pestato che descrive agli agenti l'aggressione. LEGGI TUTTO

1 commento:

  1. Digitate"sandry maestri aggredita a Ferrara" ahhh e Per questa maschera di Botte a chi dobbiamo chiedere grazie ? Alle risorse Della Boldrini ! e gabrielli cosa dice cosa pensa , pensa ancora alle frasi d'odio sul Web e ugo maria tassinari cosa dice sono I fasssssisti I nazzi vegani il problema o son I delinquenti sui barconi che stanno arrivando a frotte e che voi sinistrati difendete a spada tratta ,vergognatevi per voi bisognava che Dante avesse studiato un girone tutto speciale per I traditori Della patria !

    RispondiElimina

Powered by Blogger.