I funerali di Mario Sossi, il pm "fascista" rapito dalle Br - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 10 dicembre 2019

I funerali di Mario Sossi, il pm "fascista" rapito dalle Br

E' stato sepolto oggi Mario Sossi, il sostituto procuratore di Genova vittima di un clamoroso sequestro da parte delle Brigate Rosse nel 1974. Sossi fu scelto come bersaglio sia per la sua spiccata identità di destra (all'Università era iscritto al Fuan, aderiva alla corrente più di destra della magistratura) sia per la sua forte determinazione nel ruolo di pubblica accusa. Negli ultimi anni di vita, andato in pensione scelse di praticare l'avvocatura (ma finì radiato dall'ordine per una denuncia per calunnia da parte di una giudice in grave conflitto con un suo assistito: al processo però fu assolto) e si impegnò ripetutamente in politica, passando da Alleanza nazionale ad Azione sociale e infine candidato alle Europee con Forza Nuova
Per conoscere la sua vicenda più drammatica
1. Il sequestro
2. La liberazione
3. L'omicidio Coco

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700