CasaPound festeggia i 16 anni. E Facebook ricorre sulla riammissione - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 27 dicembre 2019

CasaPound festeggia i 16 anni. E Facebook ricorre sulla riammissione

La scritta ’CasaPound’ sulla facciata del palazzo in via Napoleone III occupato esattamente da 16 anni dal movimento di estrema destra era stata rimossa dagli stessi attivisti questa estate, prima che lo facesse il Comune di Roma. Qualche ora fa sono pero’ spuntate fuori delle fotografie sul profilo Facebook di CasaPound in cui si vede un ritorno della scritta, ma con delle lettere innalzate da alcuni militanti, anziche’ affisse al muro. Il tempo di fare un po’ di scatti e postarli su Facebook, sul profilo appena riaperto dopo la vittoria in tribunale sul colosso della comunicazione social, aggiungendo il commento: "Sedici anni e non sentirli. Alla faccia dei censori di ogni risma. Avanti CasaPound. Alla vittoria!". L’edificio era stato occupato il 26 dicembre 2003.

Intanto Facebook ha presentato un reclamo contro l'ordinanza del tribunale di Roma che il 12 dicembre aveva ordinato al social di riattivare gli account di CasaPound. "Ci sono prove concrete che CasaPound sia stata impegnata in odio organizzato - ha fatto sapere un portavoce del social network - e che abbia ripetutamente violato le nostre regole. Per questo motivo abbiamo presentato reclamo".

1 commento:

  1. Ridicoli. Un movimento rivoluzionario metterebbe tra i primi punti del programma la chiusura di face,amazon,ebay,google in italia, visto che ci fanno miliardi e non pagano una lira di tasse. Loro frignano.
    DAI che un posticino in Pappamento lo rimediate!

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700