Arezzo, volantini razzisti affissi in via Piave. Indaga la Digos - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 20 dicembre 2019

Arezzo, volantini razzisti affissi in via Piave. Indaga la Digos

Ad Arezzo, in via Piave sono comparsi volantini, scritti a mano, dal pesante contenuto razzista.

La strada è tra le più multietniche del quartiere Saione. Gli slogan contenuti nei volantini sono chiari e diritti, tra cui spicca il classico negri di merda.
Qualche cittadino ha immediatamente avvertito la Polizia Municipale e le forze dell'ordine. La locale squadra della Digos ha aperto delle indagini. Sul posto sono celermente intervenuti anche gli operatori ecologici che hanno, in tempi rapidi, provveduto a ripulire la strada.
Tra i residenti c'è indignazione, anche se le frizioni con i migranti non sono mai mancate. Già c'era stato in passato un episodio simile, con volantini offensivi gettati per strada.
Via Piave, è giusto ricordarlo ai nostri lettori, anche quelli aretini, è una delle strade dalle quali partì la mega rissa fra immigrati nell'estate 2017, quando due bande si affrontarono sull'asfalto, probabilmente per il controllo del mercato della droga nella zona di Campo di Marte e del Pionta Episodio per il quale la Mobile effettuò una raffica di arresti, alla vigilia di Ferragosto.

3 commenti:

  1. Ma LA digos cosi solerte nello schiaffare nel culo dei poveri italiani dei siluri come fossero confetti xche' non si premde LA briga di rompere le balle ai Negri senza documenti che assieme ai Pakistani e ad altre razze cenciose girano randagie per le citta' ,ma possible che sti qui Della digos non pensino mai ad un suicidio di massa collettivo del loro corpo oramai inutile una vergogna Italiana che tutti ci invidiano

    RispondiElimina
  2. non ci credo.
    quasi sicuramente è una false flag dei soliti noti per fare un pò di baccano.
    alla digos poi non sono particolarmente brillanti, come noto.

    RispondiElimina
  3. Non avevo letto beh puo' essere se son scritti a mano magari e' stato qualche italiano sfinito esausto Stremato che non CE LA fa piu ' io son stato a parma stazione centrale appena 1 Volta 1 sola Volta c'era da portarsi il lanciafiamme Negri e altre razze che pisciavano e cagavano ovunque incuranti Della gente che passava ,una vergogna unica , dove stava LA Digos a chattare su internet con l'aria condizionata e i l sedere al comodo ,comodo prendersela con I pericolosi fassssisti e non con I Negri di 1,90 in strada

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700