Rinvio a giudizio per il generale Pappalardo. L'accusa: vilipendio del Capo dello Stato - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 13 settembre 2019

Rinvio a giudizio per il generale Pappalardo. L'accusa: vilipendio del Capo dello Stato


 Offese l’onore e il prestigio del  presidente della Repubblica per averlo definito, in presenza di  altri, "un usurpatore", quando il 21 dicembre 2017 si presento’al Quirinale, senza essere ricevuto, per notificare "un verbale d’arresto a carico di Sergio Mattarella" per il reato di "usurpazione del potere politico".
Per questo motivo, il generale in congedo dell’Arma dei Carabinieri Antonio Pappalardo rischia di finire sotto processo a Roma per il reato di vilipendio del Capo di Stato. Il pm Sergio Colaiocco ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti del  settantrenne ufficiale che in quella occasione agi’ come presidente
del ’Movimento Liberazione Italia.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700