Pacella(Forza Nuova):ricorda la visione del fascismo dittatura soft di Luciano De Crescenzo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 20 luglio 2019

Pacella(Forza Nuova):ricorda la visione del fascismo dittatura soft di Luciano De Crescenzo

Si è  spento, nella giornata di venerdì 18 luglio Luciano De Crescenzo, scrittore, regista, artista poliedrico, napoletano doc a 91 anni. Fatale una polmonite. Era, da alcuni giorni, ricoverato a Roma.
Salvatore Pacella, responsabile cittadino di Forza Nuova, in un post pubblicato sulla sua pagina di Facebook


"Il fascismo non era poi così male. Tra tutte le dittature del Ventesimo secolo quella fascista è stata, per così dire, la più soft, o, se preferite, la meno spietata. Parlo, ovviamente, in termini numerici: contro i 60 milioni di avversari politici fatti fuori da Mao, i 40 milioni addebitabili a Stalin, milione più, milione meno, e i 15 milioni eliminati da Hitler, noi italiani a stento siamo arrivati a seppellire un centinaio di oppositori, Matteotti compreso. Non parliamo poi dei deportati: una cosa è fare il prigioniero politico in Siberia, a venti gradi sotto zero, e un'altra essere confinato a Ponza o a Ventotene, dove, quando tutto manca, ci si può sempre fare un bel bagno."
(Luciano De Crescenzo il tempo e la felicità ed Mondadori 1999)

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700