Nega la Shoah ed irride Primo Levi: insegnante finisce sotto inchiesta a Palermo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 29 giugno 2019

Nega la Shoah ed irride Primo Levi: insegnante finisce sotto inchiesta a Palermo

Ha sostenuto in classe che nei lager nazisti c’erano delle piscine per il divertimento degli ebrei. E ha pronunciato parole pesanti sullo scrittore Primo
Levi. Avrebbe anche invitato gli studenti a iscriversi a Forza Nuova. Un docente del liceo artistico di Palermo "Eustachio Catalano", Gino Giannetti, insegnante di discipline plastiche, è al centro di un’indagine della Digos e della procura di Palermo.
Come scrive il quotidiano La  Repubblica, edizione di Palermo, dopo la segnalazione degli studenti è stato il preside Maurizio Cusumano a presentare
una denuncia alla polizia e a segnalare il caso all'ufficio scolastico regionale, che ha già  avviato un procedimento disciplinare nei confronti del docente. Giannetti è  già stato escluso dalle commissioni per la maturità.
Nei mesi scorsi, il professore avrebbe inviato a una studentessa del quinto anno dei link molto particolari, con foto e video negazionisti della Shoah, una conversazione sulla chat Messenger di Facebook. La studentessa ha segnalato il caso a un insegnante. E cosi la vicenda è arrivata al preside

3 commenti:

  1. Basta digitare" LA piscina di Auschwitz " ormai alle palle degli ebrei ci credono solo I vecchi e i giornalisti prezzolati a menoche' non abbiate gli occhi foderati di prosciutto gentilmente offerto dal Ghetto ebraico

    RispondiElimina
  2. Grande prof !!! CE ne vorrebbero di piu ' di persone come sto prof coraggiosi nel dire LA verita' in faccia allo stato italiano retto da traditori che ci stanno inondando di clandestini , in un tempo dove regna LA menzogna e vanno avanti solo I piu bugiardi questo prof e' un esempio che dovrebbero seguire altri docenti ,l' unions fa LA Forza

    RispondiElimina
  3. ...complimenti al prof. anche x l'acconciatura!

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700