Sassonia, centinaia di neonazisti marciano a Plauen. Lo sdegno della comunità Ebraica - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 2 maggio 2019

Sassonia, centinaia di neonazisti marciano a Plauen. Lo sdegno della comunità Ebraica

Neonazisti in marcia attraverso la cittadina sassone di Plauen, tutti vestiti uguali, suonando tamburi, innalzando fiaccole, scandendo slogan contro "gli stranieri 
criminali", il tutto tra striscioni che inneggiavano al ritorno della 
pena di morte e proclami sulla "restaurazione della grande Germania". 
Un corteo che ha fatto rabbrividire la Germania, organizzato da un partito di estrema destra chiamato Terza Via.
Erano svariate centinaia i partecipanti a questa "festa cittadina" cosi’ l’hanno chiamata  che ha percorso Plauen il primo maggio, la maggior parte indossando magliette con la scritta "nazionali socialisti rivoluzionari". 
"Sono immagini disturbanti, che fanno paura", dichiara il presidente del Consiglio centrale ebraico in Germania, Josef Schuster, secondo il quale "non e’ un caso" che il corteo sia stato organizzato all'indomani della giornata del ricordo della Shoah. Sono "estremisti di destra che marciano in un modo che risvegliano i 
ricordi dei capitoli piu’ bui della storia tedesca", aggiunge Schuster. "E se il governo della Sassonia intende combattere sul serio l’estremismo di destra, non deve permettere queste manifestazioni. La comunita’ ebraica si aspetta dalle autorità e dal governo regionale azioni decise e conseguenze ben visibili". 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700