Comizio di Casapound a Genova: scontri e cariche alla contromanifestazione - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 23 maggio 2019

Comizio di Casapound a Genova: scontri e cariche alla contromanifestazione

Cariche, lacrimogeni e cinque feriti nel centro di Genova per gli scontri tra la polizia e gli antifascisti. Tutto è accaduto per un comizio con il quale
CasaPound ha chiuso la campagna elettorale per le Europee del candidato Marco Mori. 
Piazza Marsala, luogo scelto dalla forza di estrema destra per il comizio, era stata blindata dalla polizia. Intorno alla piazza due manifestazioni che hanno
richiamato oltre mille persone: una parte si è fermata davanti alla prefettura, altri sono arrivati a piazza Corvetto.
Poco prima dell’inizio del comizio, al quale erano presenti una ventina di persone, sale la tensione. Al grido Genova è solo antifascista i manifestanti hanno provato a forzare il blocco della polizia per entrare in piazza tirando oltre le grate alcuni fumogeni e petardi. La polizia, che aveva chiuso il luogo del comizio con le grate antisommossa e i blindati schierando circa 300 uomini delle varie forze dell’ordine, ha subito la prima ondata ’ammortizzata’ dalla digos, che poi si è
ritirata dietro al Reparto Mobile. A quel punto, prima la polizia ha risposto sparando lacrimogeni anche a altezza d’uomo, poi ha compiuto una prima carica disperdendo i manifestanti, allontanandoli dai cosiddetti Alari. le grate mobili di
protezione. Davanti al persistere dell’azione degli antifascisti,che hanno lanciato pietre, bottiglie e pezzi di bastoni, poliziotti e carabinieri hanno chiuso la piazza su tre lati e hanno caricato, sparando ancora lacrimogeni, ancora a altezza d’uomo. 
Negli scontri ci sono stati dei feriti. Tra questi un giornalista di Repubblica che, pur essendosi qualificato, è stato colpito dalla polizia: avrebbe subito una frattura a una mano. Feriti anche due carabinieri e due ragazzi, che sono stati sottoposti a fermo di polizia.

4 commenti:

  1. Eran 4 gatti malmessi quelli di casa pound ci Sta piu gente ad un'assemblea condominiale suvvia piuttosto sono gli antifa da demonizzare pure tests di cazzo che non si sa con chi CE l'abbiano si vede che LA voglia di emulare I gilet gialli e ' tanta ,a questo punto c'e' da sperare in una svolta antisemita degli antifa visto che le destre sono inesistenti ectoplasmi

    RispondiElimina
  2. Le zecche dei centri sociali sono solo sbirri di complemento e di rincalzo di quelli che lo fanno per mestiere che vogliono impedire agli unici e veri antagonisti del lercio sistema politico economico al potere di fare dei legittimi comizi elettorali. Temo che taluni centri di potere stiano innescando un clima di terrore che presto potrebbe sfociare nel sangue con alcuni morti e feriti da giustificare la messa al bando di Casa Pound e di Forza Nuova.Solo uno aceccato da antifascismo maniacale che è una grave forma di malattia mentale può ritenere le scimmie ammaestrate dell'antifascismo degli autentici rivoluzionari. Sono ripeto degli sgherri di complemento del sistema, molti in buona fede,ma incapaci di capire chi muove le fila. Uno squallido spettacolo nel teatrino della politica che abbiamo già conosciuto durante gli "anni di piombo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e perchè dovrebbero metterle al bando?sono due schieramenti del tutto marginali ed ininfluenti nel panorama politico italiano , anzi a mio avviso andrebbero protetti tipo l'orso marsicano o i panda! comunque ieri ai 30 sfigati ca$$apoundini è andata di lusso! grazie alla solita protezione degli sbirri sono scampati ad un sicuro linciaggio!

      Elimina
    2. Non sono trenta sfigati sono trenta coraggiosi, perché ci vuole un coraggio da leone rivendicando la propria identità politica per scendere in piazza in una città come Genova dove probabilmente gli sgherri di complemento del sistema (zecche rosse) vorrebbero ripetere l'assassinio su scala più ampia di quello praticato su Ugo Venturini. Il coraggio non è un difetto ma un pregio e una virtù. Comunque sia storicamente parlando i fascisti e i neofascisti sono sempre stati minoranza rispetto agli italioti,che sono nella grande maggioranza dei divoratori di pizza, suonatori di mandolino, sempre pronti a correre in soccorso del vincitore. L'antifascismo maniacale e criminale delle scimmie ammaestrate dei centri sociali è sicuramente una malattia mentale che andrebbe curata con dei TSO da eminenti psichiatri. La messa fuorilegge di Casa Pound e di Forza Nuova non è del tutto da escludere stante il clima che si sta creando artificiosamente e strumentalmente da politici e mass media,poi come non ricordare la messa fuorilegge di Ordine Nuovo e di Avanguardia Nazionale, negli "anni di piombo" che ne sono un precedente politico da non escludere a priori. Anche queste formazioni erano formate da esigue minoranze....

      Elimina

Banner pubblcitario 700