Forli, 3 mila euro del Comune per la festa dell'Anpi. La protesta di Fratelli d'Italia - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 8 aprile 2019

Forli, 3 mila euro del Comune per la festa dell'Anpi. La protesta di Fratelli d'Italia

"Tremila euro del Comune per la festa dell'Anpi": protesta Fratelli d'Italia

Come Fratelli d’Italia a seguito di un nostro accesso agli atti abbiamo riscontrato come il comune di Forlì abbia erogato all’associazione Anpi (Associazione nazionale partigiani d’italia) la somma di euro 3.000 al fine di consentirgli di organizzare una propria festa al parco urbano. Con la cospicua somma sono stati acquistati ciambella e gadget da distribuire alle proprie “feste” politiche, è stata assunta una band per un esibizione costata ben 1097 euro e inoltre è spuntata una fattura di un geometra per ben 544,40 euro oltre ad altre spese varie".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbio ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Davide Minutillo, consigliere comunale di Fratelli d'Italia che precisa: come al solito siamo davanti ad un finanziamento partitico di cui godono solamente le associazioni che fanno parte dell’area di sinistrocentrica legata al Partito Democratico. L’amministrazione usa due pesi e due misure finanziando solo i soliti “compagni di merende” e utilizzando i soldi dei cittadini forlivesi che potrebbero essere destinati alle tante associazioni di volontariato che perseguono fini sociali ed aiutano la collettività nelle situazioni di difficoltà.
Fratelli d’Italia, precisa il consigliere Minutillo, non può più tollerare questo sciagurato sperpero di risorse figlio di una gestione clientelare del territorio che ormai dura da troppi anni.  L’Anpi non è un ente Istituzionale ma un’associazione politica schierata che non persegue nessuna fine sociale e se intende organizzare feste regalando gadget, ciambella e offrendo spettacoli ai suoi iscritti si autofinanzi senza mangiare a sbafo dell’amministrazione".

"Ci meravigliamo, conclude l'esponente di Fratelli d'Italia, che questa associazione sempre pronta a fare la morale venga “beccata” con le mani nella marmellata in complicità con l’amministrazione comunale. Come Fratelli d’Italia proporremo per il prossimo mandato di destinare tutte queste risorse, inutilmente sperperate dal Comune e dall’Anpi, ad un fondo destinato alle famiglie con invalidi a carico. Per il prossimo consiglio comunale depositeremo un question time per chiedere al sindaco di riferire in relazione a queste spese “pazze” e di prendere una posizione sulla nostra proposta".



Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700