Alessandra Mussolini: vorrei fare il sindaco di Napoli - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 2 aprile 2019

Alessandra Mussolini: vorrei fare il sindaco di Napoli


Dopo lo scontro con l'attore Jim Carrey, la collega Loredana Lerose interviste Alessandra Mussolini, europarlamentare uscente di Forza Italia, che salvo sorprese dell'ultim'ora, non sarà ricandidata alle prossime europee di domenica 26 maggio.
Una intervista pubblicata sul numero di martedì 2 aprile di Cronache di Napoli, di cui riportiamo fedelmente le domande e le risposte relative all'attualità politica.
Una Alessandra Mussolini tra passato e futuro, con un sogno nel cuore, fare il sindaco di Napoli, impresa che non gli è riuscita all'inizio della sua carriera politica, da candidata a sindaco del Movimento Sociale Italiano.


A breve si voterà per il rinnovo del parlamento europeo. C'è tanta ansia da prestazione perché sarà possibile capire che peso hanno oggi le forze politiche...
Queste Europee saranno una partitaccia. Elezioni strane e complicate che vedono tutti contro tutti sia all'interno dello stesso partito, poiché c'è  il sistema proporzionale con le preferenze. In questo momento d' tutto complicato.
Tra Forza Italia e Lega chi prenderà più voti
Stando ai sondaggi la Lega sta andando molto bene.Fermo restando il mio profondo affetto  per il presidente Berlusconi , sono stati fatti molti errori. Da qui la mia scelta di allontanamento.Non sono entrata in nessun altro partito.
Cosa contesta a Forza Italia?
 Di avere posizioni sovrapponibili al Pd, questo per me è  inaccettabile. Poi c'è il paradosso di Forza Italia e della Lega che alle regionali stanno insieme, a Roma uno è  all'opposizione  l'altro al Governo con i 5 Stelle, alle Europee altre posizioni ancora.Io contesto questo.
L'anno prossimo si voterà in Campania ha pensato ad un ritorno in campo? In passato quando è stata candidata è stata tra le più votate...
Ho la Campania nel cuore, è  una cosa di famiglia grazie a mia madre e mia nonna,sono legata in modo viscerale alla mia terra, ma non è  un pensiero  che ho adesso.
Ha un candidato  ideale per il centrodestra? Il prossimo governatore che caratteristiche deve avere?
Serve un profilo che mixi onestà, decisionismo, coraggio. Non bisogna avere timori, serve andare controcorrente. Non si deve avere paura di essere o non essere rieletti e di prendere o perdere voti in vista di altri mandati. In questo il sistema americano, che prevede due mandati, ha senso. Quello che fai, lo fai in quel tempo, non c'è un orticello da difendere. La gente questo atteggiamento non lo vuole più.
L'attuale governatore il piglio da decisionista dicono che ce l'abbia?
No, De Luca no. Mi fa ridere quando lo sento. All'inizio lo chiamavano lo sceriffo, c'erano tante aspettative, ma assolutamente no. Sui temi della Regione con quello che succede nella sanità, la disabilità, la mancanza di attenzione per il territorio e l'ambiente non si è mosso nulla. La bellezza italiana è tutta lì nell'ambiente. De Luca non ha fatto partire una bonifica. Io trasformerei Napoli in Montecarlo.
La Regione non le interessa, ok. Per caso pensa ad una candidatura a sindaco?
Se mi chiedessero cosa ti manca e cosa vorresti realizzare non avrei dubbi: essere sindaco di Napoli


1 commento:

  1. Questa Donna ogni volta che apre bocca e come se desse un calcio alla reputazione di suo nonno ,una disgrazia sta Donna almeno se ne stesse zitta ,lei e quell'altra isterica della santanche' sono da pistolare e basta cervello zero

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700