Prato: la Procura apre un fascicolo per apologia di fascismo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 22 marzo 2019

Prato: la Procura apre un fascicolo per apologia di fascismo

La Procura della Repubblica di Prato ha aperto un fascicolo per apologia di fascismo. L'indagine, al momento, è contro ignoti e si lega alle scritte inneggianti al duce e al ventennio apparse sulle locali sede dell'associazione nazionale partigiani d'Italia e del Partito Democratico.
La notizia è stata confermata dal procuratore Nicolosi nella mattinata di gioved' 21 marzo a due giorni dalla manifestazione, intitolata Salvare l'Italia che Forza Nuova hanno organizzato per sabato nella cittadina toscana. Una manifestazione che cade lo stesso giorno in cui 100 anni fa furono fondati i fasci di combattimento.
Una manifestazione che è stata autorizzata dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, così come è stata autorizzata quella delle forze democratiche e di sinistra.
Secondo quanto si è appreso, il procuratore Nicolosi ha dato mandato alla Digos di indagare non soltanto sulla vicenda delle scritte nazifasciste, ma anche sul contenuto di volantini e messaggi apparsi su Internet.

2 commenti:

  1. bene la procura, a prato c'è un grosso problema di fascismo, tutto il resto va bene, pensate che addirittura i cinesi (40% popolazione) non muoiono mai, c'è l'elisir di lunga vita.
    bel posticino.

    RispondiElimina
  2. LA procura di Prato e' ebrea e piena di massoni ,vedere digitate " processo holywar edoardo longo" avvocato eroico che svela gli intrigni Di questi delinquentI massoni che lavorano nelle procure di tutta Italia ,il Loro codice e' il Talmud DeI rabbini Ebrei padroni di tutte le banche media ecc e LA loggia massonica di affiliazione

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700