Minuto di silenzio allo stadio di Chemnitz per ultrà "neonazista":lo sbigottimento del sindaco - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 11 marzo 2019

Minuto di silenzio allo stadio di Chemnitz per ultrà "neonazista":lo sbigottimento del sindaco

Sta suscitando polemiche quanto accaduto ieri in Germania, nello stadio di Chemnitz, dove la squadra di calcio locale ha ricordato con un minuto di silenzio la morte di un capo ultrà considerato un neonazista. 
Thomas Haller aveva contribuito a fondare negli anni novantail club Hoo-Na-Ra, che sta per Hooligan-nazi-razzisti, e negli ultimi anni era impegnato ad organizzare le frange di estrema destra nella città.
Chemnitz è stata teatro la scorsa estate, di ripetute manifestazioni neonazi in seguito alla morte di un falegname,nel corso di una rissa con stranieri. I riverberi dei fatti di Chemnitz hanno provocato un momento di crisi politica in Germania per le prese di posizione del capo dei Servizi segreti Hans-Georg Maassen, e di sponda per la lite nella coalizione di governo.
Oggi il primo cittadino della città della Sassonia ha espresso sbigottimento per quanto accaduto alla stadio, mentre l’organizzazione calcistica della Germania orientale sta valutando la possibilità di prendere provvedimenti disciplinari contro la squadra di calcio Chemnitz FC.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700