Anche Verona avrà la sua via Almirante. Per il democratico D'Arienzo il comune celebra il fascismo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 16 marzo 2019

Anche Verona avrà la sua via Almirante. Per il democratico D'Arienzo il comune celebra il fascismo

Verona avrà la sua "Via Giorgio Almirante". D'Arienzo: «Il Comune celebra il fascismo»

Anche la città di Verona, medaglia d'oro per la resistenza avrà una via intitolata a Giorgio Almirante fondatore e storico leader del Movimento Sociale Italiano. Nella serata di giovedì 14 marzo è stata approvata dal consiglio comunale una mozione numero 406 denominata "Intitolazione di una via o di una piazza a Giorgio Almirante" che vede quale primo firmatario Ciro Maschio, presidente dell'assemblea cittadina ed esponente di Fratelli d'Italia.Una mozione approvata coi 21 voti della maggioranza in consiglio.
Non potevano mancare le proteste e le polemiche e già nei giorni scorsi, tra chi, come il consigliere Michele Bertucco, aveva ricordato le prese di posizione di Almirante circa il tema del "razzismo", quando lo storico fondatore e segretario del Movimento Sociale Italiano era caporedattore della rivista "La difesa della razza". All'indomani dell'approvazione della sua mozione, Ciro Maschio, dopo che in Comune aveva ricordato ed elogiato la figura parlamentare di Almirante e la sua «ars oratoria», ha annunciato così la sua personale vittoria politica: «Sono orgoglioso di dirvi che il Consiglio comunale di Verona ha approvato la mia mozione per intitolare una "via" a Giorgio Almirante. Grazie di cuore ai consiglieri che hanno votato».
Durissimo in merito anche il commento da parte del senatore veronese del Partito Democratico Vincenzo D'Arienzo: «Il Comune di Verona, immobile su tutto, si muove solo per intitolare una strada a Giorgio Almirante. Quel signore è stato uno dei peggiori fascisti, - attacca D'Arienzo - profondamente legato e leale con Mussolini e alleato dei nazisti. Non ha mai rinnegato, fino alla morte, quella sua appartenenza. Con questa scelta - conclude l'Onorevole del Pd - il Comune di Verona celebra il fascismo, l’antisemitismo ed eleva ad esempio da ricordare un soggetto che la storia ha posizionato dalla parte del male».



































Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700