Da Reale a Boccacci nessuno ci crede all'Alemanno corrotto - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 26 febbraio 2019

Da Reale a Boccacci nessuno ci crede all'Alemanno corrotto

Giacinto Reale e Maurizio Boccacci sono due persone abbastanza distanti sul piano umano e personale pur nella comune fede politica. Così come entrambi sono lontanissimi da Alemanno e dalla corrente rautiana. Eppure non hanno dubbi sull'innocenza di Gianni Alemanno


Reale: sarò un romantico ma difendo l'ex sindaco di Roma

Ieri ho scritto, non ricordo più a qual proposito, che sono forse l'ultimo dei romantici, ed oggi mi tocca ripeterlo.
Non posso credere -mi rifiuto di credere- che l'Alemanno (mai conosciuto personalmente) della scazzottata al Congresso di Rimini (e lì c'ero), della contestazione antiamericana ad Anzio (caso forse unico nella storia missina) , dell'arresto conclusosi (da qualche parte lessi la testimonianza di un terzo che lo vide) con l'ammanettamento ad un radiatore in Questura a Roma, e di tanto altro (il soprannome "Lupomanno" avrà pur avuto il suo perchè) di cui ho limitata conoscenza sia colpevole dell'infamante reato di corruzione.
Gli posso addebitare qualche leggerezza nella complessa amministrazione di una città come Roma, qualche ambiguità nei passaggi politici dopo la fine del MSI, ma "corrotto" proprio no.
Difendo lui perchè difendo una generazione, e, in fondo, me stesso.....non toglietemi questa illusione.


Boccacci: Gianni, ti sono vicino nella lotta per verità e giustizia

Caro Gianni al di là dell'abissale differenza di pensiero politico che ci divide, al dì là di situazioni,anche pesanti,che ci hanno visto contrapposti,in un occasione pesantemente,voglio e ti ricordo da giovane, vero militante e uomo di coraggio sempre pronto e senza risparmiarti a difendere i valori in cui credevi e ancora credi !! Tanti hai aiutato e tutti sono venuti a te nel momento in cui diventasti sindaco . Ripeto tutti sono passati da te per chiederti un aiuto e se potevi non hai mai rifiutato o non ti sei mai fatto negare e tutto alla luce del giorno !!! Sono un garantista,non ti ho mai chiesto nulla,perchè comunque facevi parte del regime,mai mi hai visto,neanche una volta al campidoglio o in altre occasioni ma proprio per questo oggi io sono con te nel momento in cui gli sciacalli di questa falsa giustizia si accaniscono sulla tua persona con infamanti accuse e ancor più infamanti condanne !!!! Non mi voglio dilungare oltre ma sappi che per quanto riguarda la tua lotta per la verità e la giustizia giusta mi troverai sempre al tuo fianco !!!
Ti auguro di vincere questa battaglia con tutto il cuore perchè noi veniamo da altri tempi,quei tempi in cui un camerata non rimaneva mai solo,al di là di tutto,al di là delle differenze di pensiero !!!!
AVANTI GIANNI FINO ALLA VITTORIA !

1 commento:

  1. ...le avete sentite le intercettazioni? come diceva er ciecato? " nun te preoccupà che ce pensa alemà" la vera vergogna è che gli abbiano dato solo 6 anni! capisco la solidarietà tra delinquenti ma a tutto c'è un limite!

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700