Il presepe napoletano approda a Bruxelles, grazie all'europarlamentare della Lega Mario Borghezio - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

giovedì 6 dicembre 2018

Il presepe napoletano approda a Bruxelles, grazie all'europarlamentare della Lega Mario Borghezio

Il presepe napoletano classico, costruito dai maestri artigiani di San Gregorio Armeno torna al Parlamento Europeo su iniziativa dell'eurodeputato della Lega Mario Borghezio, che insieme al collega Danilo Oscar Lancini per questo Natale ha fatto arrivare, direttamente da Napoli, il manufatto artistico, allestito con classe ed eleganza, dai Fratelli Capuano, maestri dell'arte del presepe.

La cerimonia inaugurale è stata celebrata con preghiera in latino dall'Abbé Hervé Hygonnet. «Ci ricorda a quali tradizioni apparteniamo  ha dichiarato Borghezio  e il diritto-dovere di preservarle, di combattere per la loro difesa. Questo presepe, ha sottolineato l'eurodeputato, simboleggia l'amore fraterno che noi cristiani abbiamo e dobbiamo avere verso il nostro prossimo, verso tutte le persone di qualunque origine, religione, etnia». Presente anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, giunto a Bruxelles per la plenaria del Comitato delle Regioni.


«Per i cristiani», ha affermato Zaia, «è il segno del loro credo religioso. Per i non cristiani è un segno identitario». Anche l'ateo, ha sottolineato infatti il governatore del Veneto, «sa che le nostre comunità sono letteralmente scolpite dalla cultura cristiana e dal cristianesimo». Tra i presenti all'iniziativa, anche l'eurodeputata Giulia Moi, che si è autosospesa dal Movimento Cinque Stelle.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700