Cremona, inaugurazione della sede di Forza Nuova e corteo anti razzista: si prospetta un pomeriggio di tensione - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 15 dicembre 2018

Cremona, inaugurazione della sede di Forza Nuova e corteo anti razzista: si prospetta un pomeriggio di tensione

Nel pomeriggio di sabato 15 dicembre verrà inaugurata, a Cremona, la sede cittadina di Forza Nuova alla presenza del coordinatore regionale  Salvatore Ferrara del vice coordinatore regionale Oscar Rizzini e del segretario nazionale Roberto Fiore.

Ad annunciare l'apertura della sede cremonese di Forza Nuova è Enrico Ricci, segretario provinciale del movimento politico guidato da Roberto Fiore che dichiara: " da oltre 10 anni Forza Nuova è presente sul territorio cremonese, attraverso elezioni amministrative (a Piadena con un consigliere comunale), varie attività politiche e di propaganda sia in città che provincia, che nell'ultimo anno hanno portato un costante consenso tra la gente ed aumento di militanti. Per Forza Nuova questa sede non è un punto di arrivo, bensì un punto di partenza per tutti i simpatizzanti, militanti e soprattutto per tutti quegli italiani che vedono in Forza Nuova l’unico movimento politico per una vera rinascita nazionale”.
L'inaugurazione della sede di Forza Nuova è fonte di preoccupazione da parte delle forze dell'ordine che hanno disposto un servizio speciale di sorveglianza con l'impiego di un numero importante di agenti e di mezzi per garantire lo svolgimento della varie iniziative, compresa la solita contesta da parte degli anarchici e degli antagonisti dei centri sociali, nella massima sicurezza.
Infatti si prospetta un pomeriggio ad alta tensione, perché ad un'ora di distanza dalla inaugurazione della sede di Forza Nuova è prevista la manifestazione del tavolo della pace contro il razzismo. Una concomitanza di eventi che piace poco ai cittadini di Cremona memori di quanto accaduto il 24 gennaio 2015, quando durante una manifestazione antifascista promossa dai centri sociali e dalla sinistra antagonista la città fu messa a fuoco.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700