Boscotrecase: minacce antagoniste per l'apertura di una sede della Lega in città - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 28 dicembre 2018

Boscotrecase: minacce antagoniste per l'apertura di una sede della Lega in città

Anche sul territorio vesuviano è imminente il tentativo di sedimentare la presenza politica della Lega. Il 28 dicembre a Boscotrecase( comune di oltre 10 mila abitanti della città metropolitana di Napoli) con una inaugurazione blitz i lacchè di questa formazione fascista tenteranno di mettere radici ai piedi del vulcano che tanto spesso è da loro stessi evocato affinché seppellisca col fuoco la plebaglia che abita alle falde, popolo terrone,genti buone solo da sfruttare, schiavi.
Questo è parte del delirante volantino, intitolato Lega Merda, firmato da Zona Antifascista, affisso nei giorni scorsi in diverse zone della cittadina alla falde del Vesuvio in vista della inaugurazione della locale sede della Lega, prevista per  il tardo pomeriggio di venerdì 28 dicembre alla presenza del coordinatore regionale Gianluca Cantalamessa, del vice segretario regionale Mariano Falcone e del segretario provinciale Biagio Sequino.
"Siamo davvero preoccupati, afferma Biagio Sequino, coordinatore provinciale della Lega, ma non intimoriti, dal volantino redatto da una fantomatica "zona antifascista", in cui si incita all'odio e alla violenza in occasione dell'inaugurazione di una nostra sede a Boscotrecase.
Noi a queste intimidazioni, precisa l'esponente leghista, rispondiamo con un sorriso e la voglia di fare, andando avanti più forte che mai, invitando tutte le persone perbene ed oneste ad intervenire all'inaugurazione dela sede cittadina.
Ringrazio, conclude Sequino, le Forze dell'ordine che con il loro encomiabile lavoro, consentiranno il regolare svolgimento della manifestazione.




Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700