Il "silenzio" della Sardegna: nessuno proietta “Rossa Istria", la triste storia di Norma Cossetto - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

mercoledì 21 novembre 2018

Il "silenzio" della Sardegna: nessuno proietta “Rossa Istria", la triste storia di Norma Cossetto


L'elenco dei cinema che ospitano Red Land- Rosso Istria nelle sale a dispetto di un ottimo cast è davvero ridicolmente breve.In sole 21 sale sparse su e giù per l'italico stivale il film del regista argentino Bruno è in programma. 

Un film che racconta la tragedia delle foibe, il massacro di migliaia di italiani a operai dei comunisti jugoslavi alla fine della seconda guerra mondiale, è di fatto boicottato come sostiene anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini ma la verità sulle foibe, a 73 anni dalla fine del secondo conflitto mondiale fa davvero paura.
Nella giornata di ieri avevo scritto della protesta del presidente regionale di Fratelli d'Italia e di Gioventù Nazionale della Campania in quanto il film Rosso Istria era proiettato in una sola delle cinque città capoluogo, Caserta, scopro invece che il film, al momento, salvo sorprese sempre gradite ed auspicabili, non sarà diffuso in nessuna sala cinematografica della Sardegna.
Una regione nella quale abitano oltre 1 milione e 600 cento mila persona suddivise nelle 4 province e nell'unica città metropolitana Cagliari.
A raccontare il silenzio di Cagliari e della Sardegna ci pensa Jessica Pilloni, cittadina delusa, in una lettera inviata al quotidiano on line Sardegna Ad Maiora Media.
Lettera che potete leggere cliccando qui

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700